A Mariano Comense un nuovo parco giochi con giostrine per bambini disabili

Sarà finanziato dalla Regione con uno stanziamento di 25mila euro

Un'altalena per bambini disabili (foto Monza Today)

C'è anche un progetto presentato dal comune di Mariano Comense tra i 42, del valore complessivo di 1 milione di euro, approvati e finanziati dalla Regione Lombardia per la realizzazione e l'adeguamento dei parchi gioco inclusivi, a favore dei bambini disabili. Il progetto dell'amministrazione di Mariano ha ottenuto 25 mila euro.

"Il gioco e' un diritto di tutti i bimbi: questo e' cio' in cui abbiamo creduto e sui cui abbiamo deciso di investire come proposito sociale, a tutela del valore e della dignita' delle persone gia' nella campagna elettorale del Presidente Attilio Fontana e, ora, e' diventato realta'". L'assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilita' di Regione Lombardia, Stefano Bolognini, ha commentato cosi' dopo l'approvazione di 42 progetti presentati dai Comuni e Unioni di Comuni per la realizzazione e l'adeguamento dei parchi gioco inclusivi in Lombardia.

Per questi progetti, approvati e finanziati, la Regione Lombardia ha messo a disposizione sino a oggi circa 1 milione di euro. Si tratta di fondi che permetteranno l'installazione di parchi giochi inclusivi nei Comuni o nelle Unioni dei Comuni da 10 a 30 mila abitanti o l'abbattimento delle barriere architettoniche in quelli esistenti: a ognuno di questi e' stato assegnato un importo compreso fra 10.000 e 25.000 euro.
L'obiettivo e' garantire che le strutture di gioco e sport siano fruibili anche dai minori con disabilita'. Meta' del contributo sara' erogato subito dopo l'accettazione. L'altra meta', previa presentazione di una relazione che attesti la conclusione degli interventi, corredata dai documenti validi a rendicontarli.

Questo provvedimento si inserisce nel solco di una direttrice che prevede l'impegno della Regione Lombardia nella promozione dei valori di inclusione sociale. Nel caso specifico mostra un'attenzione alle esigenze dei bambini con disabilita', affinche' le istituzioni diventino un riferimento certo e un sostegno concreto, per tutte le fasi della loro crescita come individui. Tutti gli interventi a favore della disabilita' richiedono il corretto approccio multidimensionale per rispondere ad una condizione personale specifica che ci pone sulla giusta strada nella progettualita' di mandato.

"Avere nel proprio territorio uno spazio gioco accessibile e a misura, pensato e adattato per favorire la socialita', la condivisione e l'incontro tra i bambini - ha sottolineato Bolognini - ci permette di riaffermare l'importanza dei principi di integrazione e inclusione che ispireranno le azioni del mio assessorato. Colgo l'occasione per ringraziare anche i Comuni che hanno aderito tempestivamente al bando credendo in questa proposta, atteggiamento che ci spinge a valutare ogni possibilita' di reperire ulteriori risorse per poter finanziare tutti i progetti che sono stati valutati positivamente e che in graduatoria seguono la 42esima posizione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Katia Ricciarelli: "Il mio compleanno in solitudine sul lago di Como"

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona rossa dal 17 al 31 gennaio: cosa si può fare e cosa no

  • Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Torna su
QuiComo è in caricamento