rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Attualità

Overtourism, Como a rischio per i troppi turisti, ma non come Venezia: l'indagine

Cosa emerge dall'indice complessivo di sovraffollamento turistico: l'indagine di Demoskopica

C'è anche Como, secondo l'indagine condotta da Demoskopika e pubblicata in esclusiva da Ansa, tra le mete a rischio sovraffollamento turistico, il cosiddetto 'overtourism'. Ma, a dispetto di quanto si possa percepire il livello per Como è solo "Alto" e non "Molto alto" come come Rimini, Venezia, Bolzano, Trento, Verona e Napoli.

Questo è quanto emerge dall'indice complessivo di sovraffollamento  turistico (Icst), ideato da Demoskopika in chiave sperimentale, per valutare il peso dell'impatto turistico attraverso l'analisi di cinque diversi indicatori. Ovvero densità turistica, densità ricettiva, intensità turistica, utilizzazione lorda e quota di rifiuti urbani attribuibili al settore turistico. Per capire maglio Como avrebbe una densità turistica di 2.505 turisti al mq, mente per Venezia paliamo di 14.325. Questi dati però sembrano non tenere molto in considerazione la morfologia del territorio e anche la qualità e quantità dei servizi offerti, cose che possono impattare molto, al di là delle mee statistiche. 

Secondo quanto emerso dall'indagine, nelle città rilevate a rischio 'molto alto', il sovraffollamento comincia a essere più che preoccupante con impatti critici sulla qualità della vita locale e sulla sostenibilità delle destinazioni turistiche. Più che rilevante, visto anche la dimensione delle città, anche il posizionamento di destinazioni turistiche come Roma e Firenze, che si collocano nel livello 'Alto' dell’Indice. In queste destinazioni, in particolare, secondo i ricercatori dell'Istituto, è presente una significativa pressione sulle risorse locali, con evidenti problemi di gestione dei flussi turistici. Raffaele Rio, presidente di Demoskopika, ha dichiarato ad Ansa: "L’overtourism non solo minaccia la sostenibilità delle nostre destinazioni più amate ma rischia anche di compromettere la qualità dell'esperienza per i visitatori e la qualità della vita per i residenti. È un campanello d'allarme che ci chiama ad agire, promuovendo un turismo più responsabile e sostenibile"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Overtourism, Como a rischio per i troppi turisti, ma non come Venezia: l'indagine

QuiComo è in caricamento