"Orwell", il nuovo libro di Alessandro Nardone: manuale per affrontare con successo l'era digitale

Nuova pubblicazione per il comasco che inventò una finta candidatura alle primarie repubblicane americane sotto le mentite spoglie di Alex Anderson

Alessandro Nardone con il suo nuovo libro "Orwell"

E' uscito lunedì 5 novembre 2018 "Orwell", il nuovo libro del comasco Alessandro Nardone. Un volume che affronta i grandi temi relativi al web e all'approccio personale o professionale che ciascuno di noi ha con la rete attraverso un'analisi dei momenti più significativi della rivoluzione digitale.

"Vuole essere un testo che tenta di mettere un po' d'ordine - ha spiegato Nardone durante la presentazione in anteprima alla stampa- si parte da una serie di eventi che tutti noi abbiamo vissuto ma che sono stati rimossi o sepolti da una serie di informazioni che ogni giorno ci bombardano".

Per presentare il nuovo libro, Nardone ha scelto la sede di Gds Communication in via Tentorio a Como, azienda comasca di comunicazione nata 40 anni fa con sede storica a Senna Comasco, e la sua experience room tecnologica in cui ha proiettato due video appositamente creati per lanciare il libro.
 

Video intervista: una "experience room" tecnologica a Como

Il testo (Edizioni Youcanprint.it, 326 pagine con prefazione di Gianni Di Giovanni, responsabile dell’ufficio Relazioni Internazionali di Eni a Washington e Presidente di Eni Usa R&M), parte dalle prime console e dagli home computer come l’Atari, il Commodore 64 e l’Amiga 500 che, di fatto, hanno “sdoganato” l’informatica portandola nelle case di milioni di persone in tutto il mondo. Prima di fornire strumenti concreti per comunicare online con successo partendo dalla qualità dei contenuti, Nardone accompagna il lettore lungo un sentiero costituito dall’enorme mole di avvenimenti che si sono succeduti nel corso degli ultimi 40 anni, e lo fa partendo da una rarissima intervista al cofondatore di Atari Ted Dabney, per poi proseguire con le “rivoluzioni” messe in atto da Steve Jobs e Bill Gates, passando per due grandi questioni come quella della privacy sollevata da Edward Snowden e le cosiddette “fake news”, dietro cui si celano implicazioni profondissime che riguardano tutti gli utilizzatori Internet.

Un mondo che l'autore conosce molto bene in quanto nel 2016 è stato protagonista di una delle case history più eclatanti nella storia del marketing digitale ovvero la cadidatura fake di "Alex Anderson" alle presidenziali americane.

Storia di cui Nardone parla nell’ultima parte del libro descrivendo il metodo che gli consentì di dare vita a quella storia, un approccio virtuoso in cui il successo online dev’essere considerato come la conseguenza, non l’obiettivo.

"Si tratta di un manuale non per addetti ai lavori - ha spiegato ancora l'autore- è per tutti perchè è importante essere consapevoli del contesto in cui viviamo per usare gli strumenti per comunicare bene per noi stessi o per il Brand aziendale". 

Da qui un viaggio tra gli esempi più illuminanti di valorizzazione del brand attraverso la qualità dei contenuti e la capacità di suscitare emozioni.
Il libro di conclude con un “Glossario del Digital”, che raccoglie 261 voci tra termini tecnici, nomi e neologismi ormai divenuti di uso comune ma dei quali non tutti conoscono il significato.

La start up

Ma "Orwell" non è che l'inizio dei nuovi progetti di Nardone: "E' l'incipit di una start up innovativa - ha anticipato l'ideatore- che verrà incubata a Como Next nelle prossime settimane e si occuperà di informazione e comunicazione con respiro internazionale. Sergio Malagoli e Nicolò Scorpo mi stanno aiutando in questo progetto condiviso più di un anno fa". 

Video intervista: Alessandro Nardone presenta la nuova start up

Chi è Alessandro Nardone

Consulente di marketing digitale, founder di Orwell e docente allo Ied di Milano, Alessandro Nardone è autore di sei libri. Per promuovere la versione inglese de “Il Predestinato” ha inventato la sua finta candidatura alle primarie repubblicane sotto le mentite spoglie del protagonista del romanzo, il giovane congressman Alex Anderson. Una case history di cui si sono occupati giornali e televisioni di tutto il mondo. Ha seguito come inviato per “Vanity Fair” la Convention Repubblicana di Cleveland, le elezioni da New York e Philadelphia e l’insediamento di Trump a Washington.

Dove verrà presentato il libro

"Orwell" verrà presentato a Como il 15 novembre 2018 alle 20.30 al Tennis Como, a Villa Olmo, in via Cantoni 1 e il 16 novembre alle 18.30 a Milano al Mondadori Megastore di via Marghera, 28.

Maggiori informazioni sul sito www.orwell.biz 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Dall'ospedale Spata scrive una durissima lettera a Gallera: "I medici non sono stati coivolti nelle decisioni"

  • Il questore di Como chiarisce i casi in cui per la spesa e i farmaci si può uscire dal proprio comune

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 18 aprile

  • Il grido d'aiuto degli infermieri di Como: "Siamo pochi e ci stiamo ammalando"

  • All'ospedale Sant'Anna 20 dipendenti contagiati: sono medici, infermieri e operatrici socio-sanitarie

Torna su
QuiComo è in caricamento