rotate-mobile
Attualità

"L'ex carcere di San Donnino diventerà un museo"

L'annuncio arriva dal fotografo comasco Maurizio Galimberti

L'ex carcere di San Donnino a Como diventerà un museo improntato all'arte e al tessile. Ad annunciarlo con una diretta su Instagram dall'interno della struttura di via Diaz è stato il fotografo comasco Maurizio Galimberti, coinvolto in prima persona nel progetto. "Sarà pronto tra cinque anni", ha detto Galimberti. Diverse, poi, le anticipazioni e le curiosità svelate riguardo a questo progetto che resta comunque sostanzialmente ancora tutto da scoprire. Per esempio, si tratterà di un museo dedicato non solo all'arte ma anche al tessile e alla sua storia. Infatti, spiega in un passaggio Galimberti, l'attuale proprietà che ha acquistato l'edificio all'asta dal demanio ha uno stretto legame proprio con il tessile. Galimberti realizzerà una serie di fotografie artistiche per documentare lo stato attuale dell'ex carcere di San Donnino e, probabilmente, anche le fasi della sua trasformazione. Tale rassegna di immagini diventerà una sorta di portfolio museale per raccontare l'incontro tra la vecchia e nuova vita di questa struttura che per anni ha rappresentato e simboleggiato la Como dimenticata. Nel 2021, al quarto tentativo, l'immobile che ospitava San Donnino è stato venduto all’asta dall'Agenzia del demanio alla società Veryta Hub srl con sede in via Manzoni a Como (presso uno studio di commercialisti) per un importo di oltre 1 milione di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'ex carcere di San Donnino diventerà un museo"

QuiComo è in caricamento