Attualità

Le mani in pasta, al via campagna di raccolta fondi per la nuova sede di Attivamente

Nell’ex Pastificio Castelli un centro di relazione per la sperimentazione culturale e l'intervento sociale

L'ex Pastificio Castelli

AttivaMente, cooperativa sociale ONLUS con sede a Como, continua il lavoro e la campagna di sensibilizzazione per l’acquisto di una parte dell’ex Pastificio Castelli per la realizzazione di un centro per le persone. Come spiega Valerie Moretti, responsabile scientifica della cooperativa: “Esiste un mondo sommerso di persone comuni, senza disagi o di?coltà, che talvolta si trovano ad a?rontare situazioni di fragilità. Storie che ci insegnano che il bisogno di ascolto, e di solidarietà, può riguardare chiunque: l’amico di nostro figlio, il vicino di casa, un nostro caro, noi stessi. Dare risposte serie, rapide ed e?caci a tali bi- sogni è anche una nostra responsabilità.”
L’ex Pastificio Castelli diverrà dunque un vero spazio di sperimentazione per l’affermazione di queste nuove socialità. “Ad AttivaMente la trasformazione è di casa - spiega Jacopo Boschini, presidente della cooperativa e anima di questo grande cambiamento. O?riamo laboratori, progetti di prevenzione, conferenze, spettacoli e counseling per tutti coloro che hanno il bisogno di trasformare, in meglio, la propria vita. Oggi anche noi di AttivaMente a?rontiamo una metamorfosi importante: stiamo acquistando la nostra prima casa. Abbiamo trovato gli spazi giusti per o?rire gli strumenti al cambiamento. C’è una stanza che garantisce anonimato e privacy. Ci sono u?ci dove progettare iniziative come 'Questo Mostro Amore'. C’è un luogo di ritrovo in cui le persone possono incontrarsi parlarsi, conoscersi. C’è un’aula in cui i ragazzi possono passare i pomeriggi assieme a studiare. E infine c’è una sala dedicata agli spettacoli - con il palco e la platea - dove creare un vero e proprio 'teatro di quartiere'. Non sarà quindi una casa qualunque, ma sarà 'la casa delle persone', sarà il luogo della progettazione e della sperimentazione; soprattutto sarà il luogo dell’ascolto dei bisogni del nostro territorio". 

Tutto ciò avverrà nell’ex Pastificio Castelli: un edificio sottratto al degrado, ricco di storia e di suggestioni. Il varo del progetto è stato possibile grazie al contributo di Fondazione Comasca attraverso un bando emblematico minore di Fondazione Cariplo. Il trasferimento presso i nuovi spazi dovrebbe avvenire in gennaio 2019, i lavori di recupero e ristrutturazione sono realizzati dalla cooperativa edilizia Abitare Convalle Como. Per assicurare la sostenibilità del progetto di acquisto, la squadra di AttivaMente (composta da Jacopo Boschini, Valerie Moretti, Simona Rusconi, Michela Mannari e Sara Malinverno) ha messo a punto una vera e propria campagna di raccolta fondi, dal nome “Le mani in pasta”. La campagna consiste in una serie di strategie ed iniziative volte a creare coinvolgimento della comunità intorno al progetto. AttivaMente ha ideato diverse occasioni per promuovere la cultura del dono e far sì che chiunque possa sentirsi coinvolto e scegliere di mettere “le mani in pasta” – da chi già simpatizza e frequenta le iniziative di AttivaMente, ai collaboratori e destinatari dei progetti, ai futuri vicini di casa del quartiere e dello stabile, fino ad aziende e imprenditori del territorio comasco. Le iniziative verranno realizzate nelle prossime settimane e saranno di diverso tipo.

Innanzitutto, sarà possibile consultare e sostenere il progetto su questo sito, la piattaforma di crowdfunding della Fondazione Provinciale della Comunità Comasca onlus, creata proprio per promuovere la cultura del dono. Tutti quelli che doneranno sul sito riceveranno un “reward”, un regalo confezionato da AttivaMente per premiare la loro generosità: si va dal ringraziamento social per la donazione a partire da 10€, all’inserimento nella “bacheca dei donatori” presso la nuova sede per le donazioni da 25€ in su, alla partecipazione ad una serata speciale con Jacopo Boschini e Valerie Moretti per la donazione a partire da 50€, fino alla formazione per il proprio gruppo di amici o colleghi per la donazione più sostanziosa di 1000€.
Inoltre, durante le conferenze, gli eventi e le visite in sede si potrà contribuire con l’acquisto di oggetti speciali come la tazza di AttivaMente realizzata a mano (di- sponibile in due colori su ordinazione), l’AttivaMentè (tè verde alla menta e cocco), e la Risana (un infuso naturale per un momento di relax).
Ancora, si e?ettueranno incontri dedicati presso le aziende e con gli imprendi- tori per presentare e di?ondere il progetto. Si potrà anche approfondirne la conoscenza con una visita del cantiere o con la partecipazione ad incontri tematici, prendendo appuntamento con lo sta? di AttivaMente. Infine, simpatizzanti e a?ezionatissimi di AttivaMente potranno essere coinvolti e formati per diventare personal fundraiser, ossia sostenitori che oltre ad e?ettua- re la propria donazione, si spendono in prima linea per raccogliere donazioni per la buona causa che hanno scelto di sposare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le mani in pasta, al via campagna di raccolta fondi per la nuova sede di Attivamente

QuiComo è in caricamento