Attualità Via Bellinzona, 310

Il Natale buio e desolato di Ponte Chiasso: "Si ricordano di noi solo per chiedere voti alle elezioni"

Zero luminarie. Bottone: "Impietoso il confronto con Chiasso e con il centro città"

Migliaia di auto transitano ogni giorno dalla dogana di Ponte Chiasso e il confronto tra il suolo italiano e quello elvetico è impietoso se si parla di luminarie di Natale. Semplicemente a Ponte Chiasso non ce ne sono, mentre Corso San Gottardo è scintillante. Ma non è questo il confronto che fa arrabbiare qualche commerciante e residente della zona, è piuttosto la differenza che c'è tra il centro città e la periferia. A Ponte CHiasso le uniche luci che si vedono sono quelle dei fanali delle auto e delle vetrine dei negozi.

"Per carità, è giusto valorizzare il centro storico, e il lavoro che è stato fatto è davvero encomiabile - commenta l'ex consigliere comunale, nonché residente di Ponte Chiasso, Luigi Bottone - ma non è accettabile che i quartieri periferici vengano del tutto trascirati. E' triste vedere Ponte Chiasso così buia e desolata mentre solo a poche decin e di metri oltre confine ci sono luci e clima natalizio. Ed è ancora più triste vedere che l'amministrazione comunale non ha riguardo per questo quartiere se non quando torna comodo per chiedere e ottenere voti alle elezioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Natale buio e desolato di Ponte Chiasso: "Si ricordano di noi solo per chiedere voti alle elezioni"

QuiComo è in caricamento