menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Controlli dei militari in centro a Como

Controlli dei militari in centro a Como

Lombardia ancora in bilico tra zona arancione e zona rossa

Giorni cruciali in attesa del verdetto atteso entro il 15 gennaio: ecco perché

La situazione in Lombardia, pur in attesa del nuovo decreto e dpcm che entrerà in vigore dal prossimo 16 gennaio, resta ancora incerta. Nonostante il governatore Fontana abbia un po' attenuato il suo allarme, esiste ancora la concreta possibilità che Como e la Lombardia si risveglino da sabato in zona rossa, con tutte le icongnite del caso, a iniziare dalle scuole superiori costrette a prolungare la Dad ma anche per le seconde e terze medie potrebbe così profilarsi l'addio alle lezioni in presenza.

Con il nuovo criterio di classificazione che il governo intende adottare, come ha spiegato nei giorni scorsi ai governatori il ministro della Salute Speranza , oltre all’abbassamento delle soglie - Rt pari a 1 per la zona arancione, e a 1.25 per la zona rossa, da Roma si pensa di intervenire sugli indici di rischio con l'obiettivo di agevolare gli ingressi in arancione delle Regioni ad alto  rischio. Ed è proprio in base a questo nuovo calcolo che la Lombardia è attualmente in bilico tra zona arancione e zona rossa. come aveva appunto anticipato lo stesso governatore lombardo Attilio Fontana.

Il quale, tornando ieri sulla questione, ha voluto precisare quanto segue: "Quella della zona rossa è solo una ipotesi.Adesso c'è un rimescolamento perché durante l’incontro col governo abbiamo parlato a lungo, è possibile che i parametri possano essere rivisti e si stanno studiando una serie parametri come il numero di tamponi effettuati, numero contagiati per tamponi effettuati. Sulla base delle odierne situazioni noi siamo in zona arancione e ci avviciniamo alla zona rossa perché uno dei parametri che resta valido è l’Rt  che noi abbiamo a 1,24 quando il termine è fissato a 1,25". La "sentenza", nonostante il gioverno sia tragicamente in bilico tra zona Conte e zona Renzi, arriverà comunque al massimo entro il 15 gennaio, data di scadenza del vecchio dpcm. L'unica cosa certa è il coprifuoco: comunqne sarà ancora in vigore a lungo tra le 22 e le 5. Solo in una tanto ipotica quanto lontana zona bianca potremmo dirgli addio. Per sempre?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Edoardo Monno, l'uomo morto nell'incidente di Cernobbio

  • social

    I negozi di dischi e gli ultimi Mohicani

  • Coronavirus

    Covid a Como, i dati del 19 gennaio: 59 nuovi casi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento