rotate-mobile
Attualità

Allarme siccità in Lombardia, Fontana: "Invito i cittadini a fare un uso parsimonioso di acqua"

La riunione di tutti i governatori delle Regioni: la situazione del lago di Como

Prima il Veneto, poi il Piemonte e la Lombardia si sono mossi per chiedere aiuto al governo in merito alla siccità che sta devastando l'Italia intera. La situazione è critica anche al Centro e al Sud: l'intera penisola boccheggia con temperature infernali e terra bruciata. 

Come riportato su Rainews, domani mercoledì 21 giugno sarà il primo giorno utile per fare una riunione tra tutti i governatori delle Regioni e decidere le richieste da fare al governo in termini di aiuti per fronteggiare questa situazione climatica che sta mettendo in ginocchio il Belpaese.

Sul tema è intervenuto anche l’assessore regionale all'Agricoltura della Lombardia, Fabio Rolfi: "Non c’è quasi più acqua. D’accordo con Enel, A2A, Edison dagli invasi idroelettrici alpini verranno rilasciati a valle per le necessità dell’agricoltura, 5 milioni di metri cubi nei prossimi 10 giorni. Poi è finita", ha dichiarato al Corsera.

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha anticipato le sue riflessioni prima della riunione con le Regioni: 

"In Conferenza delle Regioni sottolineerò la necessità di mantenere un equilibrio tra le esigenze del mondo agricolo con quelle legate all'utilizzo civile dell'acqua. Non devono esserci sofferenze né da una parte né dall'altra. Sarà un equilibrio difficile da trovare, ma faremo di tutto per evitare problemi maggiori". Lo ha detto in un'intervista rilasciata a lombardianotizie.online, parlando della situazione siccità sul territorio regionale.

"Per questi motivi - ha aggiunto - invito i cittadini lombardi a fare uso parsimonioso di un bene prezioso come l'acqua, evitando gli sprechi e quindi facendo la propria parte per quanto concerne gli utilizzi di tipo civile".

"Stiamo seguendo il problema da tempo. Abbiamo assunto - ha affermato Fontana - provvedimenti per cercare di regolare il deflusso dell'acqua proveniente dai bacini del comparto idroelettrico. È stato anche raggiunto un accordo con il mondo agricolo per salvare la prima semina e realizzare il primo raccolto".

"Si tratta di interventi utili a tamponare la criticità e - ha proseguito - a razionalizzare l'utilizzo dell'acqua ancora disponibile. Ribadisco che la nostra regione non è ancora in difficoltà per quanto riguarda il 'consumo civile'".

"Dobbiamo cercare - ha spiegato - di utilizzare l'acqua nel modo più opportuno. Negli anni passati sulla Pianura Padana, in questo periodo, l'acqua risultava sufficiente. Ciò che si accumulava nei mesi invernali, quindi, serviva a compensare le eventuali necessità impellenti. Oggi la situazione è diversa - ha concluso - e va affrontata in maniera strutturale, attuando varie iniziative che presto esporremo al Governo".

Lago di Como, come sono i livelli 

Sulla situazione specifica dei laghi e dei fiumi, vi riportiamo le osservazioni di oggi 20 giugno nel bollettino tecnico del Ministero della Transizione Ecologica

"Il lago Maggiore ha un riempimento al 20% con un livello a Sesto Calende di -13,5 cm in discesa rispetto ai valori della precedente settimana, analoga situazione anche nel lago di Como con un riempimento del 18% ed un livello di -9 cm sullo zero idrometrico, entrambi prossimi ai minimi di
regolazione (rispettivamente -0,50 cm e -0,40 cm). Stabile il Garda con un riempimento al 60%.
In relazione agli invasi idroelettrici lombardi viene comunicata dalla Regione Lombardia la decisone di effettuare rilasci aggiuntivi giornalieri di circa 5 milioni di m3/giorno nei bacini dell’Adda, Oglio, Brembo e Serio. Analoga possibilità sarà valutata anche per gli invasi idroelettrici svizzeri ricadenti
nel bacino afferente al lago Maggiore."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme siccità in Lombardia, Fontana: "Invito i cittadini a fare un uso parsimonioso di acqua"

QuiComo è in caricamento