rotate-mobile
Attualità

In Lombardia mancano centinaia di dottori, la Lega chiede di abolire il test d'ingresso a medicina

Accesso alla facoltà aperta a tutti e selezione naturale in base ai voti del secondo anno

Gli Ordine dei Medici sono sempre stati favorevoli al numero chiuso. Tuttavia non si può ignorare che oggi il problema in Regione esista: mancano medici. Sulla questione sono intrevenuti con una nota Fabrizio Cecchetti, coordinatore della Lega in Lombardia, assieme ad Alessandro Verri, responsabile regionale del dipartimento Giovani. “In Lombardia è stimata la mancanza strutturale di diverse centinaia di medici. Una carenza pesante che grava sul sistema sanitario della nostra regione. La Lega ha una soluzione concreta per risolvere questo problema: cancellare il numero chiuso a Medicina. Una proposta che emula il modello francese dove si accede senza test di ingresso al primo anno di facoltà. Così tutti i ragazzi e le ragazze che fanno domanda avranno libero accesso e la selezione sarà fisiologica in base ai voti del secondo anno. Il costo per lo Stato sarebbe a zero e verrebbero premiati il merito e lo studio, non la fortuna. Ovviamente adegueremo parallelamente le borse di specializzazione, anch’esse ad oggi insufficienti. Un aiuto reale e tangibile, non solo per i nostri giovani, ma soprattutto per la sanità della Lombardia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Lombardia mancano centinaia di dottori, la Lega chiede di abolire il test d'ingresso a medicina

QuiComo è in caricamento