Attualità Via Cernobbio

Il Lido di Villa Olmo riapre il 20 giugno, ma si rischia il contenzioso con il Comune

I gestori: "Con la capienza ridotta a un terzo non potremo far fronte a un canone di 82mila euro"

Il Lido di Villa Olmo riapre sabato 20 giugno 2020. Purtroppo non sarà una stagione come le altre per la storica struttura balneare di Como. Infatti, le misure anti-covid hanno imposto una riduzione della capienza di pubblico a un terzo. Per questo i titolari hanno chiesto al Comune, senza ricevere risposta, una riduzione proporzionale del canone.

Le nuove regole

Questo significa, per esempio, che nella piscina grande potranno nuotare contemporaneamente 40 persone anziché 156 e in quella piccola 17 anziché 60. E ancora, nella vasca idromassaggio che poteva ospitare fino a 6 persone quest'anno potrà entrare una sola persona alla volta, oppure al massimo tre se appartenenti allo stesso nucleo famigliare.
Il lago, in compenso, è balneabile ma sarà responsabilità dei bagnanti mantenere la distanza di sicurezza mentre nuotano. Ovviamente c'è l'obbligo di mascherina, ma solo quando si cammina per il lido, mentre non è obbligatorio indossarla mentre si prende il sole.

Verso il contenzioso

Amaro il commento del cotitolare del lido Giorgio Porta che preannuncia una battaglia con l'amministrazione comunale: "Abbiamo riaperto per senso di responsabilità e spirito di serviizo nei confronti della città e dei tantissimi storici e affezionati clienti, ma con la capienza ridotta a un terzo non potremo fare fronte a un canone annuo di 82mila euro richiesto dal Comune".
Porta ha poi spiegato: "Abbiamo chiesto al Comune un riscontro alla nostra richiesta di riduzione del canone ma non ci è stata data alcuna risposta. A questo punto non escludiamo di aprire un contenzioso con Palazzo Cernezzi, perché a queste condizioni non saremo in grado di sostenere l'intero canone".

Prenotazioni consigliate

La prenotazione non sarà obbligatoria, ma vista l'esiguità dei posti a causa della riduzione della capienza per consentire il rispetto del distanziamento sociale, chi si presenterà all'ingresso senza avere prenotato rischia di restare fuori dal cancello se dentro ci sono 280 persone (cioè un terzo rispetto alla vera potenzialità).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lido di Villa Olmo riapre il 20 giugno, ma si rischia il contenzioso con il Comune

QuiComo è in caricamento