menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo sei anni partono i lavori di sistemazione: il Tempio Voltiano chiude per tre mesi

Al via finalmente l'intervento di ripristino di intonaci e stucchi caduti nel luglio 2014

Sono passati ben sei anni dal crollo degli intonaci e degli stucchi del Tempio Voltiano. Era il luglio 2014 e da allora un intero piano è del tempio è stato interdetto al pubblico. Un brutto colpo per il turismo culturale locale, visto che il Tempio è uno dei monumenti con più visitatori. Un altro brutto colpo è in arrivo nei prossimi giorni, ma questa volta si spera sia davvero l'ultimo. Lunedì 10 febbraio il Tempio Voltiano chiude per consentire l'esecuzione dei lavori di ripristino degli intoinaci e degli stucchi. Purtroppo chiuderà per 12 settimane, vale a dire circa tre mesi. Ciò significa che nei giorni di Pasqua e Pasquetta e il 1° Maggio - giornate contraddistinte in genere da una grande affluenza di turisti a Como - il Tempio sarà chiuso.

Lavori al via dopo 6 anni

Dal Comune ha tenuto a evidenziare quanto e cosa sia stato fatto in tutti questi anni, dopo il crollo del soffitto. "Nell’intervallo di tempo intercorso dal primo distacco di intonaco e stucchi fino ad oggi - si legge nella nota stampa di Palazzo Cernezzi - il Tempio è stato oggetto di verifiche, monitoraggi, prove di intervento. Sono state analizzate le possibili cause del distacco anche con l’ausilio di indagini chimico fisiche, sono stati attivati il monitoraggio microclimatico e il monitoraggio periodico per indagare lo stato di conservazione e l’ancoraggio dell’intonaco al solaio. Sono stati inoltre effettuati sondaggi e prove di ancoraggio in alcuni punti della struttura, il tutto finalizzato a verificare ogni possibile soluzione conservativa dell’intonaco e delle decorazione contigue".

I costi

Con l’intervento di manutenzione straordinaria previsto, gli stucchi saranno staccati dal soffitto per consentire il ripristino degli intonaci sottostanti, ricollocando poi gli stucchi nella medesima posizione. L'importo dei lavori, al netto di spese tecniche di progettazione e direzione lavori, inizialmente previsto in 95.759 euro è stato aggiudicato alla ditta Tecnica Restauri srl di Mestre per un importo di 85.396 euro. La direzione dei lavori è stata affidata alla società Policromia SNC che opererà in stretta sinergia con l’ufficio tecnico del Comune di Como e con la Soprintendenza ai beni culturali. Il contratto prevede l'esecuzione dei lavori in dodici settimane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Avanza l'ipotesi zona rossa per tutta la Lombardia dall'8 marzo

Coronavirus

Como e provincia in zona arancione rinforzata

Coronavirus

Zona arancione fino a domenica 7 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento