Lago di Como, viabilità Regina: è scontro tra albergatori e sindacati

Per Confcommercio le proposte avanzate dai Comuni sono inaccettabili

Regina

Fa discutere in queste ore la lettera che i comuni di Tremezzina, Colonno, Sala Comacina e Menaggio hanno inviato al Prefetto di Como, Ignazio Coccia. Significativo il fatto che non tutti i sindaci dei comuni interessati dalle attuali limitazioni al traffico abbiano sottoscritto la lettera. Oggetto del contendere è la viabilità della Strada Regina, in particolare il tratto che collega i Comuni di Colonno e Lenno, da sempre congestionato dal traffico nei mesi estivi.

Le proposte avanzate dalle amministrazioni , seppure sotto forma di bozza, appaiono inaccettabili per Confcommercio Como e metterebbero a dura prova gli albergatori, i ristoratori e i commercianti associati della zona, soprattutto in vista dell’inizio della prossima stagione turistica.

“Confcommercio Como – afferma il presidente degli Albergatori di Confcommercio Como, Roberto Cassani – da anni tutela gli interessi di albergatori e strutture ricettive. Comprendiamo le legittime necessità di residenti e pendolari, ma riteniamo che questo provvedimento danneggi eccessivamente le strutture ricettive della zona”.

“Ricordiamo – prosegue il presidente di Confcommercio Como, Giovanni Ciceri – che i Comuni delle zone interessate dall’ordinanza così come tutta la Provincia di Como, vivono di commercio e di turismo e per questo è necessario tutelarli. Così com’è strutturata la proposta da presentare al Prefetto di Como, Ignazio Coccia, avrebbe delle gravi ripercussioni sulle attività della zona”.

“Così come formulata – conclude Matteo Valdè, consigliere Confcommercio Como e portavoce al tavolo Prefettizio sulla Statale Regina anche delle altre principali Associazioni di categoria – la proposta sarebbe un colpo mortale per tutto il tessuto economico e produttivo locale (già seriamente messo alla prova dalle difficoltà logistiche, che impattano soprattutto su chi lavora, e dalla contingente situazione di mercato). Gli investimenti in infrastruttura hanno sempre un enorme impatto positivo sulle aree dove queste vengono realizzate. Le limitazioni hanno invece sempre, nel breve periodo, un effetto altamente destabilizzante. I Sindaci rischiano di rendere insostenibile (a volte addirittura impossibile) la logistica di quasi tutti gli operatori economici locali (non degli “autotrasportatori stranieri” che utilizzano la strada come transito), in aperto contrasto con le loro dichiarazioni di intenti, quando si dicono pronti a difendere con i denti i presidi territoriali dei negozi o delle attività, o a promuovere la destagionalizzazione delle attività turistiche. Si rischia di arrivare ad avere la Variante della Tremezzina senza che vi sia più la necessità dell’opera, perché sul territorio saranno spariti alberghi, supermercati, imprese".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Lo scorso anno la situazione viabilistica sul tratto della Statale Regina in oggetto - si legge ancora nel comunicato di Confcommercio Como - non ha evidenziato traumi particolari (eccezion fatta per i fine settimana, quando però il traffico pesante è nullo) nonostante su di essa transitassero ogni giorno decine di autoarticolati, che quest’anno saranno tolti dalla strada: non ci sarà più infatti il traffico originato dall’enorme cantiere del complesso alberghiero di Menaggio, a breve ultimato. Non si vede quindi la necessità di una così forte modifica alle limitazioni del traffico già in essere. Così come teorizzata la proposta dei Sindaci sembra quasi una “sparata” per trattare poi al ribasso ulteriori limitazioni. Spiace, perché il tavolo prefettizio non dovrebbe essere visto come un mercato, ma come un momento di confronto civile durante il quale tutti portano il loro contributo”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

  • Omicidio in piazza San Rocco a Como: ucciso don Roberto Malgesini

  • A Como la gara a chi mangia più arrosticini: il record da battere è 51

  • Chi era don Roberto Malgesini: un vero prete "di strada", in aiuto dei più deboli

  • I 7 migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Lo ha ucciso con un coltello: chi è l'assassino di Don Roberto Malgesini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento