Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

Il corrispondente del programma Good Morning America dell'ABC: "E' il nuovo epicentro del coronavirus in Italia"

Ian Pannell

Prima che il coronavirus esplodesse in Italia e nel mondo gli operatori turistici del Lago di Como sognavano per il 2020 una delle più floride stagioni di sempre. Le aspettative erano altissime. Stavano aprendo centinaia di nuove aziende del settore turistico, non solo strutture ricettive, ma anche società di servizi dedicati ai visitatori provenienti da ogni angolo del globo. Nuove imprese per il noleggio di barche o di auto, depositi bagagli, visite guidate tra monumenti e percorsi nei boschi: il territorio cominciava a strutturarsi seriamente per essere all'altezza della sua vocazione turistica. Nessuno, davvero, si sarebbe immaginato di vedere il Lario nei tg di mezzo mondo come esempio italiano del tragico andamento di una catastrofica epidemia. Eppure è successo.
E' recente il servizio del corrispondente di Good Morning America - noto programma dell'emittente americana ABC - Ian Pannell, che da una riva del Lago di Como lo ha definito "il nuovo epicentro del coronavirus in Italia". Prima di passare la linea a Pannell la giornalista in studio non ha, ovviamente, dimenticato di sottolineare quanto il territorio lariano fosse fino a poco tempo fa una delle mete preferite delle star di Hollywood
Eravamo abituati a vedere il nostro adorato lago al centro dei servizi giornalistici di cronaca rosa per i fantastici matrimoni celebrati nelle meravigliose ville incastonate sulle sue sponde. Quando si parlava di Lago di Como si parlava di Lariowood, per sottolineare l'aspetto elitario e allo stesso tempo internazionale di questo territorio. Ogni articolo di giornale e ogni servizio televisivo era pura pubblicità gratuita, il miglior marketing territoriale che si potesse desiderare, e a costo zero. 
Oggi, purtroppo, la pubblicità viaggia esattamente in senso contrario: è negativa. Già, perché più il lago è diventato famoso, più fa notizia il numero di contagi registrato nel Comasco. E ovviamente i giornalisti di mezzo mondo non si lasciano scappare l'occasione di cavalcare l'accostamento stridente tra immagine di "paradiso per vip" e quella di "nuovo epicentro del covid in Italia". Un incalcolabile danno d'immagine che speriamo possa essere ripianato un domani dal ritorno delle tante star hollywoodiane e influencer che hanno contribuito allo sviluppo turistico del territorio quanto la bellezza naturale del lago.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Valduce, la ragazza sul tetto dell'auto che cerca la mamma

Torna su
QuiComo è in caricamento