Giornali, latte e michette: storia di una bottega resistente a Lora

Giorgio non lascia e a dicembre raddoppia il negozio per lasciarlo alla figlia

Giorgio Cestari in bottega

Quasi tutti i giorni siamo testimoni a Como della chiusura di qualche storica bottega. I tempi cambiano, internet e la grande distribuzione dilagano lasciando spesso le briciole ad altre attività. Briciole che spesso non  bastano per far quadrare i conti e spesso le saracinesche si abbasano per sempre. Da Lora, dove il tempo sembra essersi fermato, vi riportiamo una storia di un esercente resistente. Non siamo in un paesino del lago dove il primo grande supermercato è lontano chilometri, ma in un quartiere di Como dove certo non mancano le occasioni per armarsi di un carrello e fare la spesa. Tuttavia, Giorgio Cestari non si lamenta. Da dieci anni ha aperto il suo alimentari, nato originariamente come negozio di fotografia, e successivamente ha aggiunto anche l'edicola. Di fatto, oggi a Lora, c'è solo lui: non esiste un altra bottega come la suo dove si possa trovare di tutto: frutta, dolci, pane, formaggi, affettati e, ovviamente, giornali. Ragione per cui l'esercizio apre alle 5 del mattino. 

lora edicola alimentari4-2

Giorgio, che ha 64 anni, è ancora entusiasta della sua attività: "Venga a vedere - mi dice con il sorriso - da dicembre ci ingrandiamo. Buttiamo giù questa parete così mia figlia avrà un negozio tutto suo ancora più grande. A Lora vengono tutti qui". E in effetti al Tegolino, si chiama così questo negozio che ci riporta agli anni in cui la nonna ti mandava dal droghiere a prendere le uova e il latte, il via vai è continuo: clienti abituali, qui ci si chiama tutti per nome. Se il quartiere ha ancora un'anima e un sapore, è grazie a Giorgio. Non era facile, eppure questa è la dimostrazione che anche in quest'epoca digitale esiste ancora uno (piccolo) spazio per qualcosa di ancora umano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nei bordelli ticinesi sconti per gli italiani: anche così si combatte la crisi

  • Svizzera, l'Iceberg di Lugano riaccende le luci (rosse)

  • Tenta di stuprare una ragazza sul treno Chiasso-Como-Milano, ma lei reagisce e lo fa scappare

  • Litiga con un altro automobilista e gli disfa la macchina a pugni: è un comasco

  • Incidente in galleria a Cernobbio: viabilità al collasso

  • Nuovo supermercato in arrivo a Cernobbio

Torna su
QuiComo è in caricamento