rotate-mobile
Attualità

Como si riempie di palloncini: flash mob di protesta contro il degrado dei parchi giochi

Dopo la chiusura del parchetto del centro storico le famiglie accusano il Comune: "Perché aspettare l'estate per chiuderlo?"

Un flash mob colorato e leggero, ma per lanciare un segnale fermo e deciso all'amministrazione comunale. Colorato e leggero come i palloncini che serviranno per partecipare all'iniziativa lanciata da un gruppo di genitori. Sabato 4 giugno 2022 la città di Como potrebbe riempirsi di palloncini colorati. Saranno attaccati ovunque (è questa la speranza degli organizzatori) e serviranno a ricordare a chi amministra il capoluogo che Como deve tornare a essere una città anche a misura di famiglie e bambini. L'idea di questo flash mob nasce dalla constatazione del pessimo stato in cui versano i parchi giochi cittadini.

La protesta

La chiusura improvvisa (e per tutta l'estate) del parco di via Vittorio Emanuele II, il più frequentato del centro città, ha suscitato i malumori di centinaia di genitori.
Sulla pagina dell'evento su Facebook si legge: "Como non è una città a misura di famiglie. I parchi gioco sono in stato di degrado, da tempo molti genitori lo denunciano senza essere ascoltati. In questi giorni si è deciso di transennare il parco giochi più centrale della città, quello di via Vittorio Emanuele, punto di ritrovo per residenti e turisti. Resterà così per l’intera estate 2022. È inaccettabile! Occorrono tre mesi per sistemarlo? Da un anno è in questo stato, ci si pensa ora alle porte della bella stagione?"

Come si partecipa

Gli organizzatori spiegano come si può partecipare al flash mob: "

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como si riempie di palloncini: flash mob di protesta contro il degrado dei parchi giochi

QuiComo è in caricamento