Fidanzamento indiano a Villa Olmo, proteste per la musica fino all’alba: rabbia di Aleotti, gioia di Gaddi

Il capogruppo del Movimento 5 Stelle: "Cittadini infuriati, i comaschi sono in vendita?"

I fuochi d'artificio a Villa Olmo di sabato 22 settembre per la festa indiana

La musica che fino all'alba di domenica 23 settembre 2018 ha animato a Villa Olmo la festa di fidanzamento della figlia del magnate indiano Mukesh Ambani non è passata inosservata. Se i fuochi d'artificio di sabato sera hanno regalato alla città una sorta di "secondo capodanno", lo spettacolo musicale ha invece suscitato più di un malumore. Ed è subito polemica.


Da un lato Fabio Aleotti, capogruppo del Movimento 5 Stelle Comasco, che in una nota si chiede: "I cittadini comaschi sono in vendita?". Dall'altro l'ex assessore alla Cultura del Comune di Como Sergio Gaddi, che in un post su facebook loda "quel po' di sano casino internazionale che ha portato qui al cimitero lariano".  

La rabbia di Aleotti

Comaschi in vendita forse no "ma sicuramente sono in affitto!", prosegue la nota di Aleotti. "Il perché di questa affermazione? Il tutto nasce dalla concessione di Villa Olmo per un evento privato svoltosi la notte di sabato 22 settembre per il Gala di fidanzamento di una coppia indiana che frutterà per l’uso esclusivo della Villa e del parco un corrispettivo di € 278.831,00 comprensivo di Iva: fino a qui niente di male a parte la considerazione che un bene architettonico da poco ristrutturato, per un principio di cassa, non venga sfruttato per grandi mostre ed eventi culturali - prosegue Aleotti -ma il problema è un altro, nella notte vengo contattato da numerosi cittadini infuriati per l’insopportabile rumore della musica a tutto volume infatti recatomi sul posto ho constatato che la musica è proseguita ben oltre le 3:30 nel Parco e fino alle 5:47 nella Villa!!!

Video: i fuochi d'artificio a Villa Olmo

Contrariamente a quanto deliberato dalla Giunta con atto ID 226829 del 13 settembre 2018 -scrive ancora l'esponente dei 5 Stelle -che prevedeva la deroga ai limiti stabiliti dal Piano di Azzonamento Acustico fino alle 3:00 di notte per la parte afferente il Parco e fino alle ore 4:00 per le emissioni sonore interne alla Villa ed agli edifici. 
Ho contattato il Comando dei Vigili Urbani ma l’ultima pattuglia “che avevo incontrato a Villa Olmo” era comandata in servizio solo fino alle ore 4:00 e già questo ritengo sia inopportuno non potendo così verificare che l’ordinanza venga rispettata, ho quindi contattato la Questura di Como scoprendo che la loro ordinanza prevedeva la fine alle ore 5:00, proseguendo comunque l’emissione sonora che ha tenuto sveglia una buona parte di Como ben fino alle 5:47 ho richiesto l’intervento di una pattuglia della polizia e purtroppo con l’occasione ho appreso che centinaia sono state le telefonate al pronto intervento.  


Sarà mio dovere lunedì 24 approfondire quanto sopra in Consiglio Comunale - conclude Aleotti- ritenendo che la pur economicamente vantaggiosa entrata per il Comune non possa essere pregiudizievole della vita e della salute dei nostri concittadini e che comunque le deroghe ancorchè discutibili debbano essere fatte rispettare".

La gioia di Gaddi

Di ben altro tenore le parole dell'ex assessore Sergio Gaddi, che sul finale del suo post non ha risparmiato una stoccata sulla nota vicenda del coprifuoco in piazza De Gasperi: "Sono molto felice dell'indiano che festeggia il matrimonio (resta il mistero del perchè celebrare una disgrazia, ma vabbè) a Villa Olmo, e non certo per l'elemosina data al comune, ma per quel po' di sano casino internazionale che ha portato qui al cimitero lariano. Spero solo che la musica del party si sia sentita almeno fino all'alba anche in piazza della funicolare dove, si sa, pullula di residenti idioti che non amano il sound della vita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, via Cecilio: la rivoluzione parte dalla nuova Coop

  • Tenta di stuprare una ragazza sul treno Chiasso-Como-Milano, ma lei reagisce e lo fa scappare

  • Como: lui la picchia e la prende a cinghiate, lei si chiude in bagno e chiama i soccorsi

  • Incidente in galleria a Cernobbio: viabilità al collasso

  • Nuovo supermercato in arrivo a Cernobbio

  • Incidente a Lurago d'Erba: morta donna di 36 anni

Torna su
QuiComo è in caricamento