rotate-mobile
Attualità

Festa della Donna, Fontana: "Nel mondo del lavoro c'è ancora uno squilibrio che non è più tollerabile"

In Lombardia nel mercato del lavoro la parte femminile risulta purtroppo ancora in svantaggio

Domani 8 marzo è la festa della donna e per l'occorrenza il governatore della Lombardia Attilio Fontana tira le somme di questo ultimo anno per quanto riguarda il mondo del lavoro.

Sono 4.092 le persone assunte in Lombardia da marzo 2021 grazie al piano di interventi realizzati da Regione Lombardia, con una attenzione particolare verso il genere femminile. Grazie ad interventi mirati in un solo anno hanno trovato un impego 2.229 donne, ovvero il 54% di tutti gli assunti in questo contesto.

Si chiama 'Formare per Assumere' la misura che più di altre ha condotto verso risultati inaspettati e che, unita a quelli di Dote Unica Lavoro, ha permesso a tante donne di potersi formare e trovare un impiego.

I dati sono stati resi pubblici durante la presentazione dei risultati raggiunti dal piano di rilancio dell'occupazione Femminile in Lombardia. Dati sorprendenti che, purtroppo, non rispecchiano la reale proporzione tra uomini e donne all'interno del mercato del lavoro, in cui la parte femminile risulta purtroppo ancora in svantaggio.

"Esiste ancora uno squilibrio - afferma il presidente Attilio Fontana - che non è più tollerabile. Occorre porre rimedio a questo problema aggredendolo su più fronti e, in particolar modo, attraverso maggior investimenti in politiche attive del lavoro e azioni di orientamento allo studio delle materie STEM e digitali. Abbiamo già ottenuto importanti risultati e la strada è ormai chiara. Indietro non si torna".

Sebbene i livelli di disoccupazione femminile e di abbandono del posto del lavoro da parte delle donne in Lombardia siano inferiori rispetto alla media italiana, la Regione lavora ambiziosamente su più livelli per colmare vuoti che rallentano la crescita del lavoro femminile.

"Da donna e da rappresentate di una delega importante come quella del lavoro e della formazione - ha dichiarato l'assessore alla formazione e lavoro Melania Rizzoli - sono una forte promotrice dell'occupazione femminile. La nostra società e la nostra economia hanno bisogno di donne che lavorano ma che abbiano soprattutto margini di crescita sia qualitativi che salariali nelle posizioni che ricoprono. Le nostre politiche del lavoro non sono solo efficaci ma anche inclusive e capaci di orientare le scelte delle aziende".

"Domani sarà la festa della Donna - conclude Rizzoli - e sono particolarmente felice in questa occasione di poter annunciare dei risultati concreti."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della Donna, Fontana: "Nel mondo del lavoro c'è ancora uno squilibrio che non è più tollerabile"

QuiComo è in caricamento