De Sfroos, Manicomi è di nuovo disponibile

Esaurita la prima tiratura, il doppio vinile è stato subito ristampato

De Sfroos

Dopo il sold out della prima tiratura di Manicomi (MyNina / Artist First) dei De Sfroos, le copie in vinile dello storico album (Edizione Deluxe 2LP+CD) sono di nuovo disponibili nei negozi tradizionali e in tutti gli store digitali.

Il disco si compone di 15 brani rimasterizzati presso gli studi della RSI Radiotelevisione svizzera, attraverso cui rivivere dopo 25 anni le storie dei celebri personaggi come Anna, Lo Sconcio, Zia Luisa, Nonu Aspis e tanti altri. Racconti, in parte realistici e in parte cinematografici, che offrono ancora oggi importanti spunti di riflessione su delicate tematiche, quali ad esempio il trascorrere del tempo, il disagio psichico, la rivalsa dei diversi, la vendetta degli screditati.

Copertina De Sfroos_Manicomi-2

Ad emergere nei brani era, ed è ancora adesso, lo stile tipico dei De Sfroos, che si contraddistinguevano anche per l’uso naturale del dialetto come grande stimolo antropologico ed emotivo, per molti considerato invece come una sfida coraggiosa o una limitazione. L’obiettivo era far parlare più DEL dialetto che IN dialetto. 

Il disco è dedicato a Marcu De La Guasta (Marco Pollini), uno degli storici componenti della band venuto a mancare nel 2017. Oggi i De Sfroos sono: Davide Van De Sfroos (Davide Bernasconi), Alessandro Frode (Alessandro Giana), Didi Murahia (Arturo Bellotti) e Lorenzo Mc. Inagranda (Lorenzo Livraghi).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Lockdown di Natale: dal 20 dicembre al 10 gennaio tutti a casa

  • Como, litiga con la moglie e cammina per 450 chilometri per smaltire la rabbia

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

Torna su
QuiComo è in caricamento