Attualità Albate - Trecallo / Via Al Bassone

Cristina Cobetto Ghiggia lascia il Comando della polizia penitenziaria di Como: nuovo incarico a Milano

Dopo 13 anni

La comandante della casa circondariale del Bassone, Cristina Cobetto Ghiggia, è stata recentemente trasferita al provveditorato egionale dell'amministrazione penitenziaria (PRAP) di Milano. A Villa Gallia, sede della provincia di Como, ha salutato le autorità istituzionali, civili e militari. Nella sua nuova posizione, Cobetto Ghiggia ricoprirà il ruolo di vice direttore Ufficio Sicurezza e Traduzioni, portando con sé un’importante esperienza accumulata in anni di servizio nelle diverse strutture penitenziarie italiane.

Entrata nella polizia Penitenziaria il 26 settembre 2005, è stata inizialmente assegnata alla casa circondariale di Torino per essere impiegata al Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria del capoluogo piemontese. Successivamente, l’8 luglio 2008, è stata trasferita alla casa circondariale di Cuneo con funzioni di comandante di reparto e, dal 1° ottobre 2011, ha prestato servizio alla casa circondariale di Como con lo stesso ruolo. Ora, il suo percorso la porta a Milano, dove assumerà importanti responsabilità presso il provveditorato regionale della Lombardia come vice direttore dell’ufficio sicurezza e traduzioni di Milano.
Cristina Cobetto Ghiggia ha conseguimento la laurea in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Torino, ha ottenuto la laurea specialistica in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni all’Università degli Studi di Catania, ha frequentato il corso di preparazione al concorso per uditori giudiziari e ha un diploma di qualificazione in criminologia e psicologia Investigativa. Diversi gli altri master, ha poi superato l’esame per l’abilitazione allo svolgimento l’attività di avvocato.
"È stato un vero piacere lavorare a stretto contatto con Cristina Cobetto Ghiggia. – commenta il direttore del Bassone, Fabirzio Rinaldi - Cristina è una donna ferma e di grande spessore, una collaboratrice eccellente che ha sempre dimostrato una straordinaria capacità di ascolto. La sua dedizione e competenza hanno rappresentato un valore aggiunto inestimabile per il nostro istituto. Le auguriamo tutto il meglio nel suo nuovo incarico al provveditorato regionale dell' amministrazione penitenziaria di Milano, certi che saprà affrontare con successo le nuove sfide che la attendono".
Questo trasferimento rappresenta un significativo riconoscimento del valore e delle capacità della comandante, che continuerà a garantire elevati standard di sicurezza e operatività anche nella sua nuova funzione a Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cristina Cobetto Ghiggia lascia il Comando della polizia penitenziaria di Como: nuovo incarico a Milano
QuiComo è in caricamento