rotate-mobile
Coronavirus

Zero pazienti covid in terapia intensiva, è la prima volta in Lombardia dall'inizio della pandemia

Il 17 marzo del 2020 erano 879 i pazienti ricoverati nelle intensive lombarde

La pandemia sembra davvero alle spalle a tre anni dal suo insorgere. "Nel giorno che precede la 'Giornata per la commemorazione delle vittime del Covid', dagli ospedali della Lombardia giunge una splendida notizia: per la prima volta, dal 20 febbraio 2020, oggi venerdì 17 marzo, nessun letto di terapia intensiva risulta occupato da pazienti che hanno contratto il virus". Lo comunica l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Guido Bertolaso.

"Si tratta di una notizia importante - sottolinea l'assessore - che attendevamo da 3 anni. È sicuramente merito della campagna vaccinale, che ci ha permesso di tornare alla vita, ma anche il segno che sono migliorate anche le cure contro questo maledetto virus, che consentono di evitare che i pazienti colpiti finiscano in terapia intensiva. Un risultato che tre anni fa (il 17 marzo del 2020), quando i ricoverati in terapia intensiva erano 879 e quelli nei reparti ordinari 6.953 (oggi 189), sembrava impossibile da raggiungere".

"Da parte del presidente Fontana e mia, a nome di tutti i lombardi - conclude l'assessore - un ringraziamento a tutti coloro, medici, infermieri, operatori sanitari, che hanno lavorato nel reparto più 'impegnativo' della Terapia intensiva, facendo il possibile per salvare vite e prestando l'ultimo conforto a chi non ce l'avrebbe fatta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zero pazienti covid in terapia intensiva, è la prima volta in Lombardia dall'inizio della pandemia

QuiComo è in caricamento