Coronavirus

Viaggi a Pasqua: fuori Italia sì ma non fuori Regione

Oltre confine per turismo, ecco dove si può andare anche partendo dalla zona rossa

Volo da Maplensa

Mentre appare chiaro a tutti che gli spostamenti tra regione sono vietati almeno sino al 6 aprile, e che anche raggiungere le seconde case fuori dalla Lombardia sarà molto complicato a causa dei continui provvedimenti restrittivi, sono invece aperte diverse finestre per chi avesse deciso di trascorrere qualche giorno all'estero. 

In base a quanto disposto finora è infatti possibile viaggiare oltre i confini italiani per motivi di turismo verso i Paesi contenuti nell’elenco C. Fino a questo momento, non era chiaro se, tra i motivi di necessità per gli spostamenti fuori dal proprio Comune o dalla propria Regione, potesse rientrare anche il bisogno di raggiungere l’aeroporto da cui imbarcarsi verso l’estero - ovviamente rispetto ai Paesi fruibili per motivi turistici. ASTOI Confindustria Viaggi ha così interpellato il Governo, ricevendo risposta affermativa.

Ci si può spostare anche in zona arancione o rossa verso l’aeroporto presso cui prendere il proprio volo, così da viaggiare per turismo verso i Paesi dell’elenco C. Nello specifico, ecco l'elenco: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra e Principato di Monaco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggi a Pasqua: fuori Italia sì ma non fuori Regione

QuiComo è in caricamento