Coronavirus

Como, vertice in Prefettura in vista dell'estate: sotto esame la movida giovanile, i parchi e i fine settimana

La necessità è quella di proseguire con controlli sempre più attenti e scrupolosi

Stamattina, 27 maggio, si è tenuta in Prefettura una riunione, convocata e presieduta dal Prefetto Ignazio Coccia, circa le problematiche connesse all’attuazione delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, a seguito dell’allentamento delle restrizioni legate al lockdown ed all’inizio della fase 2.
Nel corso della riunione – cui hanno preso parte il Questore e i Comandanti Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, unitamente al Presidente della Provincia, ai Sindaci dei Comuni di Como, Cantù, Mariano Comense ed Erba e al Sindaco del Comune di Tremezzina, in qualità di Presidente di ANCI Lombardia – le Autorità presenti hanno convenuto sulla necessità di
proseguire scrupolosamente nell’adozione di comportamenti appropriati e responsabili, in relazione sia all’imminente stagione estiva sia al graduale ritorno all’ordinario svolgimento delle attività sociali e commerciali.

Sotto la lente d'ingrandimento le questioni legate alla ripresa della “movida” giovanile, nonché alla disciplina degli spazi aperti alla libera fruizione da parte del pubblico (parchi, giardini, aree verdi, lidi e stabilimenti balneari, rifugi montani ed altri luoghi analoghi) ed alla gestione dei flussi turistici che interessano il territorio provinciale – con particolare riferimento alle zone del Centro e Alto Lago ed ai Comuni rivieraschi - in concomitanza con i fine settimana.
Al riguardo, si è stabilito di procedere ad un attento monitoraggio della situazione, in vista della successiva definizione di condivise linee d’azione cui conformare l’impegno delle Forze di Polizia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, vertice in Prefettura in vista dell'estate: sotto esame la movida giovanile, i parchi e i fine settimana

QuiComo è in caricamento