Presidente Fermi: “La Svizzera riparte, urgente però riaprire subito anche tutti i valichi di confine”

Troppe code e poca sicurezza: i frontalieri devono essere agevolati nella ripresa del lavoro

«Riaprire subito i valichi svizzeri, tutti, nessuno escluso: una decisione che deve essere presa con la massima urgenza, per evitare le lunghe code di lavoratori frontalieri che già si stanno verificando in questi giorni: far ripartire cantieri e attività deve essere accompagnato dalla facilitazione ai lavoratori per poter riprendere a lavorare. Senza dimenticare che è anche una questione di sicurezza stradale, che non va certo tenuta in minore considerazione».

Lo sottolinea il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Alessandro Fermi, che lancia così l’appello dell’istituzione regionale lombarda dopo la decisione della Confederazione elvetica di riaprire i cantieri dallo scorso lunedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Como, lo shopping ai tempi del colore arancione: c'è confusione per gli spostamenti consentiti

Torna su
QuiComo è in caricamento