menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vassoi vaccini covid

Vassoi vaccini covid

Vaccino anti-covid: consegnate all'ospedale Sant'Anna altre 4680 dosi

Domani nuove vaccinazioni, ecco il piano nel comasco

Come abbiamo anticipato questa mattina. 4680 nuove dosi del vaccino anti-covid sono state consegnate alla Farmacia Ospedaliera del Sant’Anna. Si tratta di 4 vassoi, ognuno dei quali contiene 195 fiale; da ogni fiala in base alle nuove disposizioni è ora possibile estrarre 6 dosi di vaccino). Altre dosi, per un totale di 16 vassoi e quindi un totale di 18.720 dosi, arriveranno, secondo quanto comunicato tra il 4 e il 25 gennaio. Dopo le 50 effettuate nella giornata simbolo del 27 dicembre nell’ambito della campagna partita in Italia e in tutta Europa, altre 150 vaccinazioni saranno effettuate domani, 31 dicembre, per riprendere poi a partire dal 4 gennaio. Il vaccino in distribuzione prevede la somministrazione di due dosi, la seconda delle quali a distanza di almeno 21 giorni (per i primi vaccinati il 27 dicembre il richiamo sarà effettuato il 18 gennaio). In questa prima fase, come previsto dalle indicazioni ministeriali, verranno vaccinati gli operatori sanitari e socio sanitari e le persone che lavorano negli ospedali a vario titolo, medici e pediatri di base, ospiti e operatori delle Rsa, dipendenti e volontari dei servizi di emergenza urgenza.

Congelatore 2[72793]-2

“Con la definizione di queste ulteriori consegne entriamo nel vivo della campagna, un vero e proprio punto di svolta nelle azioni di contrasto all’emergenza infettivologica - osserva il direttore generale di Asst Lariana, Fabio Banfi - Il più che motivato entusiasmo per l’avvio del processo vaccinale e l’attenuazione del lockdown potrebbero tuttavia configurare le variabili della tempesta perfetta. Il virus continua a circolare, anche nel nostro territorio. Dobbiamo evitare che questo clima di riconquistata levità depotenzi i comportamenti responsabili che i cittadini hanno adottato in questi mesi per prevenire il rischio di contagio. Indossare la mascherina, il lavaggio delle mani e il distanziamento sociale restano strumenti indispensabili per il controllo della diffusività del virus”.

Le dosi vengono consegnate in scatole bianche di cartone contenenti 195 fiale disposte su vassoi. La scatola è a sua volta inserita in un imballaggio termico contenente ghiaccio secco progettato per mantenere la temperatura ultra-bassa fino a 15 giorni (questo se il ghiaccio secco viene reintegrato ogni 5 giorni, fino ad un totale di massimo 2 volte). Nel confezionamento è inserito un apposito dispositivo elettronico digitale (data logger) per il monitoraggio della temperatura.

Piano vaccinale
Così come previsto da Regione Lombardia, Asst Lariana ha predisposto un Piano vaccinale anti-Covid 19 per la cui organizzazione ed attuazione la direzione ha costituito un apposito gruppo di lavoro. Il coordinamento afferisce alla direzione strategica, mentre quale referente per la programmazione e attuazione del Piano è stata individuata la dottoressa Paola Ardovino, direttore della Farmacia Ospedaliera.

Sito di stoccaggio
Nell’ambito di questo Piano, Asst Lariana ha individuato come Hub regionale per lo stoccaggio il presidio di San Fermo della Battaglia, dotato del necessario congelatore ULT (congelatore a temperatura ultra bassa) a -75° e approntato in questi giorni con tutte le necessarie misure di sicurezza (recinto di grate metalliche, allarme, videosorveglianza, controlli della vigilanza interna, accesso al sito di stoccaggio tracciato con un apposito registro).

Tracciabilità
Il percorso del vaccino è tracciato in ogni sua fase a partire dal momento della consegna fino alla somministrazione, attraverso il software regionale SIAVR.

Ricevimento, stoccaggio e conservazione
Il vaccino in distribuzione è il vaccino a mRNA denominato Cominarty la cui conservazione richiede basse temperature comprese tra -90° e -60°. Una volta estratto dal congelatore il vaccino non diluito può essere conservato a temperatura compresa tra i 2 e gli 8 gradi fino a 5 giorni a temperatura ambiente fino a 2 ore. Vista la necessità di garantire sempre il mantenimento della catena del freddo, sono in fase di acquisizione contenitori termici per il trasporto a +2/+8° e dispositivi elettronici digitali (data logger) per registrare il mantenimento della catena del freddo, appositi guanti per la manipolazione, contenitori per sfiale sfuse.

Sedute vaccinali per i dipendenti
Asst Lariana ha previsto di vaccinare 1440 persone alla settimana e considerato che il totale del personale, compreso quello esterno e gli amministrativi, ammonta a 4271 unità, per vaccinarli tutti serviranno tre settimane, quindi entro i 21 giorni utili per effettuare il secondo richiamo ed evitare sovrapposizioni.
I luoghi identificati per le sedute vaccinali sono il Poliambulatorio 1 al Sant’Anna (3 ambulatori dove sarà possibile vaccinare 750 circa persone a settimana), il Laboratorio Analisi all’ospedale di Cantù (2 ambulatori; 250 persone circa a settimana), il Poliambulatorio di Menaggio (2 ambulatori; 140 persone circa a settimana), il Poliambulatorio di via Napoleona (3 ambulatori; 300 persone circa a settimana).
Gli ambulatori vaccinali saranno coordinati dalla dottoressa Rossana Borchini, medico del lavoro di Asst Lariana. Per ogni ambulatorio sono previsti 1 medico, 4 infermieri, 1 tecnico/infermiere per diluizione/preparazione del vaccino, 1 ausiliario per sanificazione, 1 amministrativo per sede vaccinale.

Distribuzione/trasferimento vaccino alle sedi di somministrazione
La preparazione delle dosi vaccinali è seguita dal personale della Farmacia Ospedaliera. Ai vaccinatori vengono consegnate le siringhe già pronte per l’uso. Nelle sedi vaccinali esterne, i flaconcini verranno consegnati in un contenitore termico e viaggeranno insieme alla dotazione necessaria per l’allestimento (diluente, siringhe ed aghi). Adeguate misure di sicurezza saranno assicurate anche per il trasporto.

Prenotazione
Così come avvenuto il 27 dicembre, domani saranno vaccinati medici ed operatori coinvolti nella gestione dei pazienti Covid. A partire dal 4 gennaio, per la prenotazione i dipendenti di Asst Lariana, potranno scrivere una mail all’indirizzo vaccino.covid19prenotazioni@asst-lariana.it riportando i seguenti dati: cognome, nome; matricola; sede di lavoro; codice fiscale; indirizzo residenza; telefono; giorni/orari possibili; eventuale preferenza della sede vaccinale (via via saranno attivate oltre a San Fermo anche le altre sedi vaccinali).

Rsa/Mmg/Pediatri/Ospedali accreditati/Personale e volontari dei servizi di emergenza urgenza
Per quanto riguarda le Rsa è stata inviata oggi dalla direzione socio sanitaria una nota esplicativa a tutte le strutture del territorio con un questionario per rilevare le informazioni necessarie alla pianificazione della campagna vaccinale. “Il rapporto di collaborazione per la gestione dell’emergenza Covid che ci ha visto uniti negli intenti e nelle azioni lungo tutto questo anno, ora prosegue con questa nuova fase - osserva il direttore socio sanitario di Asst Lariana, Raffaella Ferrari - I principi guida della nostra campagna saranno la rapidità di esecuzione, la sostenibilità, il rispetto delle indicazioni, il coinvolgimento degli attori del territorio”. Le Rsa che afferiscono ad Asst Lariana sono 56, per un totale di 4129 ospiti e 3926 operatori.
Analoga progettualità sarà estesa nel corso dei prossimi giorni agli ospedali privati accreditati, ai medici di medicina generale, ai pediatri di libera scelta e ai dipendenti e volontari dei servizi di emergenza urgenza, i soggetti coinvolti in questa prima fase della campagna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Due parrucchieri di Como nella Top Hairstylists 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento