Venerdì, 22 Ottobre 2021
Coronavirus

Fontana ha chiuso sull'ipotesi delle vaccinazioni in vacanza: "Bisognerà tornare"

Ma si lavora dietro le quinte con le regioni di confine

Dovranno tornare dalle vacanze i lombardi che dovranno ricevere la seconda dose del vaccino in piena estate. Lo ha detto il presiedente della Regione, Attilio Fontana, a Mattino5 su Canale 5 nella giornata di lunedì 24 maggio.

"Nel nostro piano vaccinale abbiamo cercato di mettere pochissimi richiami nelle due settimane centrali del mese di agosto, fissandoli prima o dopo — ha aggiunto Fontana —. Quando facciamo il vaccino cerchiamo di chiedere se si è presenti in quelle due settimane e si cerca di accontentare le persone anticipando o posticipando di qualche giorno. Se la cosa rientra nei parametri consentiti e non si slitta troppo lontano o troppo vicino, si cerca di dare questa opportunità. Sia chiaro: non è una garanzia, ma la possibilità che, se ci sono le condizioni, cerchiamo di concedere ai nostri cittadini".

Poi, sui rifiuti ad AstraZeneca ha dichiarato: "Da noi solo lo 0,5% rifiuta AstraZeneca. La cosa che mi lascia perplesso (a proposito della richiesta fatta al commissario Figliuolo di ricevere le dosi rifiutate nelle altre regioni - ndr) è che la risposta non sia stata positiva, perché se facciamo un passo avanti noi, lo fa tutto il Paese. Però così è".

Dietro le quinte

Alle dichiarazioni ufficiali c’è però un lavoro che si muove dietro le quinte. Tanto che ad un "sì" del commissario straordinario per l’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo, come anticipa il Corriere della Sera, la Lombardia sarebbe pronta a seguire l’esempio di Piemonte e Liguria. Ovvero l’accordo annunciato sabato scorso dai governatori Cirio e Toti per vaccinare i rispettivi cittadini che saranno in ferie in estate almeno una settimana in quelle regioni, e che ora è sottoposto in  al vaglio del generale Figliuolo. Se l'approvazione dovesse arrivare, la Lombardia - dicono fonti vicine alla presidenza della Regione - sarebbe  pronta ad adottare ugualmente un simile protocollo.

Fontana: "Spero che la mascherina all'aperto si possa togliere a breve"

Il governatore ha poi parlato del possibile stop all'utilizzo delle mascherine: "Mi auguro che la mascherina la si possa togliere definitivamente — ha chiosato —. Da quello che si respira negli incontri, da metà o fine luglio potremmo togliercela, anche se alla fine ci si abitua. Non è un dramma insuperabile. È peggio la mancanza di socialità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fontana ha chiuso sull'ipotesi delle vaccinazioni in vacanza: "Bisognerà tornare"

QuiComo è in caricamento