Mercoledì, 23 Giugno 2021
Coronavirus

Prenotazioni aperte anche ai 12enni: in Lombardia è iniziata l'ultima fase della campagna vaccini

Inizialmente era previsto che, dal 2 giugno, si potessero prenotare per il vaccino anti covid coloro che avevano tra 16 e 29 anni, ma ora l'Aifa (agenzia italiana per il farmaco) ha aperto anche ai 12-16enni

Vaccini (repertorio)

Inizialmente era previsto che, dal 2 giugno, si potessero prenotare per il vaccino anti covid coloro che avevano tra 16 e 29 anni, ma ora l'Aifa (agenzia italiana per il farmaco) ha aperto anche ai 12-16enni la possibilità di vaccinarsi, finora esclusa, con la prescrizione di somministrare il Pfizer ai minorenni (under 18).

La campagna vaccinale in Lombardia prosegue passando anche dagli adolescenti che dalle undici di sera di mercoledì 2 giugno possono prenotare il vaccino. Il portale è 'aperto' per tutti i lombardi tra i 12 e i 29 anni, come reso noto da Letizia Moratti, vice presidente della giunta regionale e assessora al welfare.

Il vaccino fino ai 12 anni

Pertanto tutti coloro che hanno compiuto 12 anni si possono prenotare (qui il link: occorrono la tessera sanitaria, il codice fiscale e il cellulare. Se non si possiede, ad esempio, la tessera sanitaria, occorre rivolgersi al numero verde 800894545). L'allargamento della fascia d'età ha comportato lo slittamento dell'inizio delle prenotazioni di circa 23 ore rispetto a quanto previsto per i 16-29enni. Per il resto è tutto invariato: in attesa di un incontro tra la Regione e i pediatri lombardi, si sa già che i 12-16enni riceveranno il vaccino negli hub già organizzati per gli adulti. 

Ultima fase di vaccinazioni covid in Lombardia

Complessivamente, dunque, questa nuova fase di prenotazione riguarda un milione e 750mila lombardi. All'appuntamento i minorenni dovranno essere accompagnati da un genitore o tutore che firmerà il consenso informato per il vaccino, da compilare e consegnare subito prima dell'iniezione. 

Intanto sono in arrivo dosi per circa un milione di unità, mentre entro il 28 giugno ne arriveranno altre: in tutto, in un mese, due milioni e 800 mila, circa la metà Pfizer. La Lombardia punta a 100 mila inoculazioni al giorno e ha superato la quota di sei milioni di somministrazioni. E si avvia verso la zona bianca.

Prenotazione vaccini aperte a tutte le fasce di età

Dal 3 giugno, come annunciato nei giorni scorsi dal commissario straordinario all'emergenza coronavirus Francesco Paolo Figliuolo, "si darà la possibilità alle Regioni e alle province autonome di aprire su tutte le classi seguendo il piano, utilizzando tutti i punti di somministrazione anche quelli aziendali".

Questo significa che ''dal 3 giugno sarà aperta la vaccinazione a tutti, bisogna prenotarsi e ci si può vaccinare ovunque, comprese le farmacie e le aziende, quindi il vaccino ti arriva davanti alla porta di casa. Basta saperlo cercare e prenotarsi" ha detto il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri. ''Ci saranno anche delle strutture aperte in particolari giorni della settimana in cui sarà possibile andare e fare il vaccino e quindi raggiungeremo molto presto quei numeri che avevamo promesso'', ha aggiunto Sileri.

"Dal 3 giugno vengono meno i vincoli anagrafici che ci hanno guidato - ha spiegato il ministro della Salute, Roberto Speranza - ma la priorità assoluta resta mettere in condizioni le persone più fragili. In alcune regioni si sta già offrendo questa opportunità ai maturandi ma per ancora un po' di settimane dobbiamo coprire tutte le persone over 60 non vaccinate".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prenotazioni aperte anche ai 12enni: in Lombardia è iniziata l'ultima fase della campagna vaccini

QuiComo è in caricamento