Coronavirus

Quando tutti i lombardi saranno vaccinati, se va tutto bene

Il programma di Regione Lombardia per le prime a tutti entro il 18 luglio, liberi da agosto?

Nonostante le disfunzioni non sia ancora del tutto sistemate, sui calendari degli esponenti della giunta di regione Lombardia c'è una data cerchiata in rosso più e più volte: è domenica 18 luglio. Quel giorno, se tutto andrà come sperano il presidente Attilio Fontana, l'assessore al welfare Letizia Moratti e il consulente Guido Bertolaso, tutti i cittadini lombardi avranno ricevuto la loro prima dose di vaccino anti covid. Era stato lo stesso Bertolaso il giorno del suo, secondo arrivo, al Pirellone a svelare il sogno di chiudere la campagna vaccinale entro giugno e l'obiettivo adesso è sforare di poco, pochissimo. 

Con il passaggio al sistema di Poste per le prenotazioni - con l'addio definitivo alla piattaforma regionale Aria che tanti problemi aveva creato - la regione sta cercando di correre quanto più velocemente possibile. Dopo aver quasi completato le somministrazioni a personale sanitario e nelle Rsa, il prossimo passo sarà chiudere con le inoculazioni agli over 80, che dovrebbero terminare l'11 aprile, mentre dal 9 aprile potranno prenotare disabili, fragili e caregiver. Da quel momento in poi si entrerà nella fase massiva delle vaccinazioni. 

Entro il prossimo 11 aprile Regione Lombardia completerà la fase vaccinale dedicata agli ultraottantenni. "Dal 7 all'11 aprile gli over gli over 80, che non hanno aderito alla Campagna vaccini anti-Covid e coloro che ancora non sono stati chiamati - dice la vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti - potranno vaccinarsi recandosi semplicemente presso il centro vaccinale più vicino. Dovranno essere muniti di documento di identità e tessera sanitaria". "Nel caso avessero difficoltà a camminare - aggiunge Letizia Moratti - potranno rivolgersi al proprio medico di medicina generale o chiamare il numero verde 800.894545, che prenderanno in carico la segnalazione e prenoteranno l'appuntamento per la vaccinazione a domicilio".

Tutti i modi per prenotare il vaccino con Poste

I primi a essere vaccinati saranno i lombardi tra i 75 e i 79 anni, che da venerdì stanno già prenotando attraverso Poste Italiane. Poi si andrà a scalare con le fasce d'età. Due le variabili, comunque calcolate nel cronoprogramma del Pirellone: la disponibilità di dosi - che dovrebbe aumentare da metà aprile in poi in maniera considerevole - e la possibilità di arrivare a somministrare soltanto in regione Lombardia 144mila vaccini al giorno. Se le previsioni saranno rispettate in pieno, il 18 luglio tutti avranno ricevuto almeno una dose. 

Il piano di regione Lombardia per i vaccini, con le date: 

  • 75-79 anni, prenotazioni dal 2 aprile, vaccinazione dal 12 aprile al 26 aprile
  • 70-74 anni, prenotazione dal 15 aprile, vaccinazione dal 27 aprile all'8 maggio
  • 60-69 anni, prenotazione dal 22 aprile, vaccinazione dal 9 maggio al 18 maggio
  • 50-59 anni, prenotazione dal 30 aprile, vaccinazione dal 19 maggio al 7 giugno
  • under 49, prenotazione dal 14 maggio, vaccinazione dall'8 giugno al 18 luglio

Intanto venerdì, giorno del suo esordio, il portale di Poste per le prenotazioni online ha risposto alla grande e non ci sono stati intoppi né problemi, con quasi 200mila over 75 che si sono registrati. Inoltre sarà possibile prendere appuntamento per la vaccinazione anche attraverso gli sportelli Postamat, attraverso il call center o con l'aiuto dei porta lettere a casa. 

Foto - Il piano di regione Lombardia per i vaccini

vaccini fasce età lombardia-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando tutti i lombardi saranno vaccinati, se va tutto bene

QuiComo è in caricamento