rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Coronavirus

Vaccini anti covid, la Moratti invita alla calma: "Per gli over 80 non c'è da avere fretta"

Dopo i disagi del primo giorno e i problemi per le registrazioni la Regione invita le persone a "stare serene"

Niente fretta. Regione Lombarda predica calma e chiede ai propri cittadini di evitare la corsa alla prenotazione per i vaccini anti covid riservati agli ultra 80enni. Dalle 13 di lunedì 15 febbraio, infatti, il Pirellone ha attivato il sito per per le adesioni alla campagna vaccinale e in pochi minuti il sistema ha rischiato di andare in crash, con attese di ore - con punte di 100mila persone in coda - e problemi nell'invio dell'sms per completare la registrazione. A Como, proprio per queste difficoltà, è stato messo in atto un sistema di aiuto al Coc (qui le spiegazioni).

Il primo invito alla calma è arrivato dall'assessore al welfare, Letizia Moratti, che ha usato parole che hanno fatto un po' storcere il naso all'opposizione. "Le persone devono stare serene. Tutti gli over 80 saranno vaccinati. Non c'è da aver fretta", ha detto ai microfoni del TgR Rai, con quel "non c 'è da avere fretta" che non è proprio andato giù ai partiti avversari. 

"Anche per le persone che non possono uscire di casa abbiamo previsto o il medico di medicina generale o l'assistenza domiciliare o i medici dell'Usca. Saranno garantiti anche i trasporti di medici dalla protezione civile - ha continuato -. La prima dose sarà somministrata entro fine marzo e auspicabilmente entro metà aprile la seconda dose, sempre che saranno rispettati i tempi previsti per la distribuzione dei vaccini necessari. Partiremo - ha concluso  la Moratti- con 15 mila dosi la settimana, passando poi a 50 mila e 100 mila. Ci sono 200 punti vaccini, ma sono in fase di apertura altri centri".

Lo stesso appello, nel tardo pomeriggio, è poi arrivato dal governatore, Attilio Fontana, che ci ha anche tenuto a sottolineare che il sistema ha retto. "Ricordo - ha rimarcato il presidente di regione Lombardia - che l'adesione può essere espressa senza fretta anche nei prossimi giorni e che l'ordine di registrazione sulla piattaforma non corrisponderà all'ordine in cui si verrà vaccinati. I primi ad essere vaccinati - ha sottolineato in una nota - saranno gli ultracentenari, a seguire gli ultranovantenni e a scalare tutti gli altri cittadini fino ai nati nel 1941".

Nella prima giornata di registrazioni, stando ai dati forniti dal Pirellone, i "fortunati" che sono riusciti a registrarsi sono stati circa 180mila. "Ottima - ha voluto specificare Fontana - anche la performance del nostro call center che in 6 ore ha già gestito circa 40.000 chiamate". 
 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini anti covid, la Moratti invita alla calma: "Per gli over 80 non c'è da avere fretta"

QuiComo è in caricamento