menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vaccini anti-covid (repertorio)

Vaccini anti-covid (repertorio)

Vaccini anti-covid, i dati del 12 gennaio: 17.547 somministrazioni in Lombardia. Fontana: "Non è una gara"

Il dato complessivo sale quindi a 104.449 somministrazioni dall'inizio della campagna

Nelle strutture sanitarie della Lombardia, nella giornata di ieri, 12 gennaio,  sono state effettuate 17.547 vaccinazioni anti-covid.

Il dato complessivo sale quindi a 104.449 somministrazioni dall'inizio della campagna, incluse anche 644 vaccinazioni effettuate nei giorni scorsi e rendicontate ieri.

Vaccini anti covid: per Fontana non è un gara

Il presidente del Pirellone aveva commentato i dati sui vaccini anti covid, quando vedevano la Lombardia tra le ultime regioni italiane per la percentuale tra sieri ricevuti e somministrati così: “Non è un ritardo, non è una gara a chi arriva primo. Noi con il commissario Arcuri abbiamo un accordo che prevede la fine del primo giro di vaccini entro il 28 gennaio, ed entro quella data lo finiremo. Poi ci sarà - aveva spiegato Fontana - un richiamo da effettuare assolutamente tra il 19esimo e il 23esimo giorno, dobbiamo avere la certezza di avere le dosi di vaccino necessarie. Non capisco - aveva concluso Fontana - perché si debba creare una competizione che non ha senso”.

Un concetto ribadito anche martedì 12 durante un'intervista. "Il primo giro di forniture di vaccini si concluderà il 25 gennaio. Quindi -ha detto - siamo perfettamente in linea con le consegne. Anticiparci eccessivamente comporta il rischio, come alcune Regioni che hanno fatto una corsa hanno già denunciato, di trovarci poi al momento del richiamo senza vaccini. Abbiamo raggiunto un impegno con il Governo che era quello di chiudere il primo giro entro il 28-29 gennaio per cominciare in febbraio il secondo giro".

"Se avessimo fatto le corse - ha spiegato - probabilmente qualcuno si sarebbe poi trovato senza la possibilità di fare il richiamo che va fatto entro 19-23 giorni. È tutto previsto, se poi la gente vuole fare polemica per il gusto di farla, per dire che la Lombardia non è brava e non è capace, è facile. Noi stiamo rispettando il progetto che è stato concordato con il commissario Arcuri".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione da domenica 24 gennaio

social

Lago di Como, Casa Brenna Tosatto: l'arte della bellezza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento