rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Coronavirus

Terza dose vaccino covid dopo 5 mesi, in Lombardia non c'è ancora una data per le prenotazioni

Il ministero rimodula i richiami, Bertolaso: "Al lavoro per ridefinire gli slot"

La Lombardia riorganizza la sua macchina vaccinale. Dopo la circolare del ministero della salute che consiglia di anticipare a 150 giorni la somministrazione della terza dose di vaccino anti covid, il Pirellone sta lavorando per dare nuova forma alle agende che chiaramente adesso includono più pazienti. 

Il chiarimento è arrivato dal coordinatore regionale Guido Bertolaso: "L’unità di crisi della regione - dopo l’improvvisa decisione assunta dal ministero - è, già dalla serata di ieri, al lavoro per riorganizzare e ridefinire gli slot per poter accedere alla somministrazione", ha fatto sapere il consulente del governatore Attilio Fontana, sottolineando "che ad ora non è ancora stata definita alcuna data a partire dalla quale il sistema di prenotazione di Poste consentirà l’accesso con le nuove tempistiche" e quindi considerando l'intervallo di cinque mesi tra seconda e terza dose. 

“È utile ricordare - ha concluso Bertolaso - che la macchina vaccinale della Lombardia continua a marciare a pieno ritmo, garantendo 30mila somministrazioni di terze dosi al giorno".

Cosa prevede la circolare del ministero

La nuova direttiva ministeriale ha in buona sostanza accorciato l'intervallo tra il ciclo vaccinale primario e la dose booster per cercare di porre un freno alla nuova avanzata dell'epidemia. 

"Tenuto conto dell’attuale condizione di aumentata circolazione virale e ripresa della curva epidemica e in un’ottica di massima precauzione, si rappresenta che l’intervallo minimo previsto per la somministrazione della dose “booster” con vaccino a m-Rna, alle categorie per le quali è già raccomandata, inclusi tutti i soggetti vaccinati con una unica dose di vaccino Janssen, è aggiornato a cinque mesi, 150 giorni, dal completamento del ciclo primario di vaccinazione, indipendentemente dal vaccino precedentemente utilizzato". 

In Lombardia, come nel resto d'Italia, la terza dose è al momento "raccomandata" - e prenotabile - per over 40, cittadini con elevata fragilità, trapiantati, immunocompromessi e operatori sanitari e sociosanitari. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terza dose vaccino covid dopo 5 mesi, in Lombardia non c'è ancora una data per le prenotazioni

QuiComo è in caricamento