Venerdì, 24 Settembre 2021
Coronavirus

In Svizzera il Green Pass può attendere

Governo preoccupato per le tensioni sociali

Mentre in Italia il Green Pass è ormai uno strumento che regola la nostra vita quasi ovunque, in Svizzera l'obbligo della sua estensione a ristoranti, teatri e altri spazi interni prende tempo. Il governo rossocrociato ha infatti comunicato, alla luce dei dati sulla pandemia, di non ritenere opportuno per ora introdurre l'obbligo. Chiaramente il tutto potrà essere rivisto qualora l'evoluzione dei contagi lo rendesse necessario. Tuttavia, Berna ha poi precisato che i cantoni hanno comunque la facoltà di rendere obbligatorio il green pass anche nei locali pubblici al chiuso.

Secondo gli analisti la prospettiva di un aumento delle infezioni con l'arrivo della stagione autunnale è reale ma non è nemmeno escluso che la situazione dei contagi da covid si stabilizzi, soprattutto grazie all'aumento della quota dei vaccinati, per la quale si stanno facendo pressioni sugli indecisi.

La decisione di attesa sembra però dovuta anche al fatto di una preoccupazione da parte del governo per l'aumento delle tensioni sociali. Anche in Svizzera si sono infatti verificati episodi preoccupanti, in particolare minacce che hanno visto come obiettivi alcuni esponenti politici: in particolare il ministro della Sanità Alain Berset, che ora si avvale della protezione di alcune guardie del corpo, e l'esponente politico zurighese Nathalie Rickly, aggredita invece con uno spray da una militante no-vax.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Svizzera il Green Pass può attendere

QuiComo è in caricamento