rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Coronavirus

La Svizzera riparte e riapre (quasi) tutto

Da oggi si torna in palestra, al cinema, a teatro e al ristorante. Ecco con quali regole anche all'aperto

Un altro passo oggi in Svizzera verso un  graduale ma deciso ritorno alla normalità. Dopo mesi di chiusure la data di lunedì 19 aprile è quella da segnare in calendario per la riapertura delle palestre, dei cinema, dei bar e ristoranti all'aperto. Le condizioni poste per il via sono però molto precise. Le condizioni della pandemia sembrano migliorare e io dati delle vaccinazioni sono postivi. Ragion per cui il Consiglio Federale ha deciso di allentare la morsa delle restrizioni. Anche in Svizzera, così come in Italia, non è ,mancata la battaglia ideologica tra le destre che premono per le riaperture e la sinistra che frena. Alla fine si è arrivato a una sorta di compromesso che al momento sembra almeno accontentare le categorie economiche più tartassate dai vari lockdown.

Le regole in Canton Ticino 

Nei ristoranti e nei bar bisogna stare seduti e al massimo in quattro persone al tavolo: la mascherina è obbligatoria finché non arrivano le consumazioni e ci sarà l’obbligo di registrare i dati di contatto di tutti i presenti. I tavoli devono rispettare una distanza di 1,5 metri, oppure dovrà esserci una parete divisoria. I locali possono aprire dalle 6 alle 23.00.

Eventi con pubblico

Riaprono anche cinema, stadi, teatri e locali per concerti: per le manifestazioni con pubblico il numero massimo è limitato a 100 persone all'aperto e fino a un massimo di 50 persone in luoghi chiusi. Rimangono invece chiuse tutte le discoteche. 

Spazi pubblici e privati

I parchi e i giardini sono di nuovo completamente accessibili, così come lo sono già da tempo negozi e musei. Via libera dal governo rossocrociato anche alle attività sportive e culturali al chiuso: un massimo di 15 persone sono autorizzate per eventi privati, attività sportive e culturali, riunioni dei membri di associazioni, visite guidate nei musei e altri eventi nel settore dell’intrattenimento e del tempo libero. Stessa regola anche per gli incontri tra amici e parenti: massimo 15 persone.

Scuole

La didattica in presenza è di nuovo consentita anche nelle scuole universitarie e nei corsi per adulti. La partecipazione è limitata a 50 persone e a un terzo della capienza dei locali: anche in questo caso vanno rispettati l’obbligo della mascherina e del distanziamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Svizzera riparte e riapre (quasi) tutto

QuiComo è in caricamento