rotate-mobile
Coronavirus

Stato di emergenza, proroga fino al 31 marzo: si decide nelle prossime 24 ore

Salvo colpi di scena il cdm dovrebbe riunirsi già domani

Il 31 dicembre 2021 scade lo Stato di Emergenza in Italia. Non ha più molto tempo Mario Draghi per decidere in merito alla proroga fino al 31 marzo. La riunione del cdm sarà indetta nelle prossime 24 massimo 48 ore.

In caso la decisione presa fosse favorevole alla proroga servirebbe un esecutivo per produrre un'ordinanza che abbia valore legale perchè il 31 gennaio 2022 sarebbero esattamente 24 mesi da quando l'allora premier Giuseppe Conte dichiarò lo Stato di Emergenza che non può durare più di 24 mesi.

Questo è stabilito dal Codice della Protezione civile nell'articolo 24, comma 3: "La durata dello stato di emergenza di rilievo nazionale non può superare i 12 mesi, ed è prorogabile per non più di ulteriori 12 mesi".

Quindi per un'ulteriore proroga è necessario un atto con valore di legge, come riportato anche su La Repubblica, e un consiglio dei ministri appositamente per il rinnovo, un passaggio parlamentare inevitabile e oramai mancano pochi giorni alla fine dell'anno. 

L'idea di Mario Draghi sarebbe quella di far passare il periodo invernale con lo stato di emergenza e nello stesso tempo continuare con la campagna vaccinale. 

Giuseppe Conte si è già espresso favorevolmente, Salvini ha usato parole più caute facendo intendere che a parlare dovranno essere i dati. Enrico Letta ha spiegato che se per mantenere l'Italia in una situazione migliore rispetto agli altri stati Europei sarà necessario prorogare anche lui e il Pd saranno a favore della proroga. 

Giorgia Meloni (Fratelli d'Italia) ha detto invece che dopo due anni bisognerebbe essere in grado di combattere il covid "ripristinando i diritti democratici".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stato di emergenza, proroga fino al 31 marzo: si decide nelle prossime 24 ore

QuiComo è in caricamento