Coronavirus

Controlli sugli spostamenti tracciati con gli smartphone, Sala: "Ancora troppe persone in giro in Lombardia"

Intervenuto sull'argomento il vicepresidente della Regione

Gli spostamenti dei cittadini lombardi sono rilevati anche attraverso il cambio di celle degli smartphone per verificare se, dopo l' invito a restare a casa (e dopo aver messo a disposizione fondi per 4 milioni di euro destinati a sostenere la ricerca di terapie, sistemi di diagnostica e di rilevazione del coronavirus) finalmente si è presa vera coscienza sulla gravità della situazione e sulla necessità di rimanere a casa. 

Questo è uno degli argomenti affrontati dal vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala intervenuto oggi, 19 marzo 2020,  in diretta sulla pagina Facebook di Lombardia Notizie online.

"In base ai dati di movimento desunti dalle celle - ha spiegato Fabrizio Sala - si evidenzia che c'è ancora un 42% di spostamenti rispetto al 20 febbraio, preso come giorno di riferimento 'normale'. Il primo dato, di lunedì scorso, indicava che 43 lombardi su 100 si sono spostati, poi siamo scesi al 42% registrato martedì e mercoledì.
È un dato che ci sembra ancora molto alto. Dobbiamo però constatare che sabato e domenica scorsi, le percentuali erano
rispettivamente 28% e 34%, in deciso calo. Quindi incidono le attività economiche".

"Domani - ha aggiunto il vicepresidente Sala - affineremo i dati con l'analisi su fasce orarie, in modo da dare informazioni più
precise e decidere come comportarci in merito. Voglio precisare che le prime stime a noi pervenute grazie alle segnalazioni
delle compagnie telefoniche erano relativa al 40% del campione totale. Gli ultimi dati sono riferiti all'80 per cento, quindi
molto più rappresentativo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli sugli spostamenti tracciati con gli smartphone, Sala: "Ancora troppe persone in giro in Lombardia"

QuiComo è in caricamento