Domenica, 24 Ottobre 2021
Coronavirus

Sì alle seconde case anche in zona rossa

No alle visite ad amici e parenti

Il governo ha provveduto oggi a pubblicare le nuove Faq relative al decreto varato il 13 marzo, in vigore da lunedì 15 marzo fino al 6 aprile. Il decreto è stato predisposto dall'esecutivo per provare a contenere l'amento dei casi registrato negli ultimi giorni, anche se inizia ad esserci qualche timido segnale positivo. In ogni caso Como e la Lombardia saranno in zona rossa sino a domenica 28 marzo.

Tra le novità, almeno rispetto a quanto annunciato in precedenza, c'è la possibilità dei recarsi nelle seconde case anche in zona rossa. Fino al 6 aprile 2021 - si legge in uno dei passaggi del decreto - in zona rossa sono consentiti esclusivamente i seguenti spostamenti:

- Per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità (anche verso un’altra Regione o Provincia autonoma);
- Il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, compreso il rientro nelle “seconde case” ubicate dentro e fuori regione.

Gli spostamenti per far visita ad amici o parenti autosufficienti e, in generale, tutti gli spostamenti verso abitazioni private abitate diverse dalla propria non dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute sono invece vietati fino al 2 aprile e nella giornata del 6 aprile 2021. Da qui si deduce, come anticipato, l'apertura di una finestra per le vacanze pasquali, come lo scorso Natale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sì alle seconde case anche in zona rossa

QuiComo è in caricamento