menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Scuola zona rossa

Scuola zona rossa

Si torna a scuola ma con il protocollo unico: ecco le regole per gli studenti

Al lavoro per redigerlo il ministero dell’Istruzione guidato da Patrizio Bianchi e il ministero della Salute di Roberto Speranza

Ultime ore per terminare il  protocollo unico per il rientro nelle aule degli studenti che avrà validità in zona rossa, come Como e la Lombardia, ma anche arancione.

A decidere e dettare per la scuola il protocollo unico, a un giorno dalla ripresa delle lezioni in presenza, il ministero dell’Istruzione guidato da Patrizio Bianchi e il ministero della Salute di Roberto Speranza. Quando avranno terminato il protocollo sarà inviato a tutti gli uffici scolastici che saranno responsabili di applicarne le direttive. Al momento si tratta di ipotesi trapelate dai piani alti e anticipate da Il Sole 24 Ore, ma mancando poche ore al suono della campanelle cominciamo a vedere quali dovrebbero essere le regole per gli studenti in presenza da domani.

- Vietato fermarsi davanti ai distributori/macchinette di cibo o bevande. In caso potrebbero anche essere disattivati

-Vietata qualsiasi riunione e assembramento 

-Rispettare il distanziamento tra gli studenti e tra insegnanti e studenti

- l'unico luogo di incontro per gli alunni dovrà essere la classe (mantenendo i dovuti distanziamenti)

- La mascherina va indossata sempre. Se i docenti della scuola primaria hanno necessità di avvicinarsi ai bambini per guidarli nello svolgimento di un compito possono farlo utilizzando la mascherina. Il ruolo della visiera è quello di proteggere la persona che la indossa da droplet di dimensioni maggiori che, data un’eventuale distanza ravvicinata con un’altra persona priva di mascherina, possono arrivare a colpirla in viso. Poiché per gli allievi della scuola primaria, ad oggi, è previsto l’uso della mascherina, la visiera non è dunque necessaria. In caso di necessità l’insegnante può avvicinarsi all’allievo, indossando la mascherina chirurgica e disinfettandosi frequentemente le mani con un prodotto a base alcolica (al 60% di alcol).

Il protocollo unico stabilirà anche come gestire una eventuale quarantena (se vi saranno riscontri di casi Covid) e la responsabiltà di applicare le corrette procedure sarà dei presidi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia in zona gialla (rafforzata) dal 26 aprile: cosa riapre

Ultime di Oggi
  • social

    Fare il vino a Como, un sogno che diventa realtà

  • Coronavirus

    Per Como ultima settimana in zona arancione?

  • Coronavirus

    Tampone covid, nei supermercati arriva il kit fai da te

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento