menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sci in Valtelina

Sci in Valtelina

Sci, tutto pronto per riaprire le piste in Valtellina

Ma la Lombardia deve aspettare il sì del governo per il via dal 15 febbraio

Da molti anni non si vedeva tanta neve come in questa stagione. Una beffa per gli appassionati che attendono con trepidazione la rapertura delle piste da sci, per la quali sembra forse arrivato il momento giusto. Regione Lombardia torna infati a premere il piede sull'acceleratore per riaprire gli impianti sciistici e richiama in causa, per l'ennesima volta, il governo dopo i numerosi slittamenti. Ieri sera, con una nota ufficiale, il Pirellone ha infatti fatto sapere che "la conferenza delle regioni e delle province autonome ha aggiornato e approvato la propria proposta di linee guida per la riapertura in sicurezza degli impianti sciistici, tenendo conto delle osservazioni presentate dal Comitato tecnico scientifico".

Il protocollo anti covid, stando a quanto previsto, prevede la chiusura degli impianti delle regioni in zona rossa e un'apertura parziale al 50% per le regioni rientranti in zona arancione, che è la fascia di rischio attualmente occupata dalla Lombardia. La data segnata sul calendario è il 15 febbraio, data per la quale, lo scopriremo tra una settimana, non è escluso che la nostra Regione possa essere anche in zona gialla

Per dare il via libera definitivo, però, serve chiaramente l'ok dell'esecutivo. "Ora non ci sono più motivazioni ostative - ha sottolineato Massimo Sertori, assessore alla montagna, subito dopo la conferenza delle regioni -. Auspico una tempestiva validazione delle linee guida da parte del governo in considerazione della prevista data di apertura degli impianti il prossimo 15 febbraio, come previsto dall'ultimo Dpcm". 

"È doveroso - ha concluso - dare un segnale a un comparto così penalizzato dalla crisi sanitaria e nel contempo consentire a gestori e lavoratori di organizzarsi per la ripresa delle attività correlate che speriamo possa avvenire al più presto, per non compromettere definitivamente la stagione invernale, che è ad oggi la leva più importante dell'economia della montagna".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia in zona gialla (rafforzata) dal 26 aprile: cosa riapre

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid a Como, il bollettino del 17 aprile: 233 nuovi casi

  • Cronaca

    Parapendio caduto a Eupilio: ferito uomo di 60 anni

  • Coronavirus

    Il racconto del primo comasco vaccinato con Sputnik

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento