Coronavirus

Cantù, parchi e giardini riaprono il 17 maggio

Accesso consentito ai cimiteri

Con due nuove ordinanze il sindaco di Cantù, Alice Galbiati (Lega) ha ripristinato l'accesso ai cimiteri a partire dal 4 maggio, ma non quello ai parchi, giardini e ville pubblici, il cui accesso sarà consentito, invece, dal 17 maggio.

L'accesso ai cimiteri sarà possibile solo nel pieno rispetto delle norme di distanziamento sociale (1 metro di distanza l'uno dall'altro). L'ordinanza, infatti, specifica che l’accesso ai cimiteri comunali deve avvenire nell'obbligo del distanziamento di almeno 1 metro tra le persone. Eì obbligatorio anche l'uso di mascherine e guanti, o comunque deve esswere garantito l'igiene delle mani . All'interno dei cimiteri i dolenti non devono interferire con le operazioni cimiteriali, evitando ogni assembramento.

Per quanto riguarda i parchi, giardine e ville l'ordinanza di proroga della loro chiusura motiva lo slittamento della riapertura al 17 maggio spiegando che "si rende necessario procedere ad un'analisi dettagliata dello stato delle aree verdi, dei parchi e delle ville comunali al fine di pianificare eventuali manutenzioni straordinarie resesi necessarie dalla prolungata chiusura con inevitabile crescita di essenze arborre, arbusti e ramaglie che potrebbero costituire insidie per i frequentatori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantù, parchi e giardini riaprono il 17 maggio

QuiComo è in caricamento