Regione Lombardia cerca medici, infermieri e personale sanitario per (l'eventuale) emergenza

Sono stati già pubblicati due avvisi di ricerca del personale

Infermiere con le protezioni covid (foto da Today)

Medici, infermieri e personale sanitario per far fronte alla nuova ondata di coronavirus, queste sono le figure ricercate per creare preventivamente una lista di dottori disponibili in caso di necessità.

Regione Lombardia ha pubblicato due avvisi pubblici. Potranno inviare la loro candidatura i medici (specializzati, specializzandi e laureati), che sono disposti a "prestare attività clinico assistenziale nelle Aziende/Enti Sanitari e Socio sanitari di Regione Lombardia.

Un secondo avviso riguarda il personale sanitario della dirigenza e dell'area del comparto aperto. "Se vuoi segnalare la tua disponibilità ad aiutare le aziende e gli enti Sanitari e sociosanitari della Lombardia - si legge online sel portale della Regione, invia la tua candidatura".

La domanda di partecipazione alla selezione regionale può essere presentata, sino a copertura delle necessità clinico assistenziali connesse all'epidemia Covid-19, esclusivamente online, attraverso il sistema informativo di Regione Lombardia dedicato ai bandi.

Intanto per avviare i reparti di terapia intensiva alla Fiera di Milano, dove stanno già arrivando i primi pazienti, è stato chiesto personale agli ospedali regionali.

Il reclutamento per Fiera Milano

Sono invece in corso vertici fra l'assessore al Welfare Giulio Gallera, la direzione generale della sanità, e i dirigenti delle varie Ats e Asst, per chiarire le modalità e i numeri del reclutamento per i sanitari che andranno a lavorare in Fiera. Al contempo vengono monitorate con attenzione le terapie intensive: sarà cruciale per capire l'entità della nuova ondata di coronavirus il numero di ricoveri in questo reparto nelle prossime 48 ore.

Per l'ospedale in Fiera al momento sono stati richiesti 6 medici intensivisti e 18 infermieri alla Asst Sette Laghi, che copre una rete di sette ospedali a Varese e dintorni dove si cerca di mantenere il più possibile in attività tutti i reparti e, superata la soglia dei 120 ricoveri covid, è stata avviata la fase 2 del piano riorganizzativo: alla fine saranno attivi 170 posti letto.

Per quanto riguarda gli infemieri è possibile che si attinga alla lunga graduatoria della Asst di Cremona, che ha svolto un concorso in via preventiva nelle scorse settimane. Il sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti, ha però espresso perplessità sul tema degli spostamenti all'ospedale di Fiera Milano, chiedendo di sapere "con quali modalità e come si prevede di gestire le prestazioni sanitarie sul territorio, tutte le prestazioni sanitarie. Quelle covid e quelle non covid che non spariscono con questa emergenza". 

Si cercano 2mila persone tra sanitari e amministrativi

La protezione civile ha dato il via alla ricerca di 2mila risorse da impiegare in ambito medico sanitario e amministrativo per supportare la medicina territoriale durante l'emergenza.

"Sono aperte - si legge sul sito dell'ente - le procedure per l’individuazione di 1500 unità tra personale medico e sanitario e di 500 addetti all’attività amministrativa da impiegare, su base territoriale, per rafforzare l’attività di ricerca e gestione dei contatti dei casi (contact tracing)". 

Sarà possibile partecipare alla selezione compilando il form, già disponibile sul sito del dipartimento della Protezione civile, fino alle ore 19 del 26 ottobre 2020. Alla manifestazione di interesse per l'attività di supporto alle strutture sanitarie impegnate nell'esecuzione di tamponi potranno partecipare medici, infermieri, assistenti sanitari, tecnici della prevenzione e studenti universitari in discipline infermieristiche e sanitarie.

Per il supporto amministrativo delle attività di contact tracing, invece, saranno scelti cittadini tra i 18 e i 30 anni, in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado e di patente europea Ecdl. La partecipazione per entrambe le procedure è consentita solo per la Regione di residenza o dimora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Valduce, la ragazza sul tetto dell'auto che cerca la mamma

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

Torna su
QuiComo è in caricamento