Coronavirus Via Ravona, 20

Como, foto storica: i primi vaccinati contro il covid

Spata: "Auspico vaccinazione per tutti, ma sono contrario all'obbligo". Il sindaco: "Nessuno deve sottrarsi". La capo sala Soncin: "Abbiate fiducia nella scienza

Anche per Como il 27 dicembre 2020 resterà una data storica: sono state effettuate in questa giornata le prime vaccinazioni. Per la precisione sono 50 le persone alle quali è stato somministrato il vaccino di Pfizer/BioNtech. Al gruppo dei primi vaccinati appartiene anche il presidente dell'Ordine dei Medici di Como e della Lombardia, Gianluigi Spata.

Video intervista di Spata

La vaccinazione, ha spiegato Spata, non si conclude con questa prima somministrazione. Infatti, dopo 21 giorni andrà somministrata una seconda dose. Spata ha poi auspicato che la vaccinazione possa essere estesa a una larga fascia della popolazione senza che sia necessario imporre alcun obbligo. Inoltre il presidente dell'Ordine dei Medici ha invitato a non abbandonare le precauzioni "perché la strada è ancora lunga".

Video-intervista al sindaco Landriscina

Alla storica giornata ha presenziato anche il sindaco di Como, Mario Landriscina (guarda l'intervista), che ha voluto dare un messaggio di speranza ma anche di esortazione verso gli scettici del vaccino: "Vediamo, seppur da lontanissimo, la luce in fondo al tunnel. Nessuno si sottragga a quello che è un bene comune e mi auguro che nel rispetto delle posizioni di tutti si arrivi a un risultato di grande importanza, quello della vaccinazione per tutti". Landriscina ha inoltre aggiunto che sicuramente si vaccinerà, non appena sarà il suo turno.

Intervista all'infermiera capo sala

Manuela Soncin, infermiera capo sala, sia prima che dopo la vaccinazione ha espresso la sua felicità e ha esortato gli scettici del vaccino ad avere "fiducia nella scienza e nella ricerca", spiegando che lei stessa è un esempio di questa fiducia risposta nei vaccini.

"Oggi finalmente il grande momento è arrivato. La scienza vincerà contro tutti e tutto. È un giorno simbolico molto importante, direi storico, per questo era doveroso essere presente". Così il sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega ai Rapporti con il Consiglio regionale, Fabrizio Turba, in occasione delle prime cinquanta somministrazioni del vaccino anti-Covid nella provincia di Como. Turba ha aggiunto: "Il pensiero in questo momento va a chi purtroppo non c'è più e a chi sta ancora lottando contro questo maledetto virus. È arrivato il momento di un primo grande riconoscimento alle tante persone che stanno lottando da mesi, sacrificando famiglie e affetti per salvare tante vite umane. Non vedo l'ora di vaccinarmi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, foto storica: i primi vaccinati contro il covid

QuiComo è in caricamento