rotate-mobile
Coronavirus

Incubazione, gravità, resistenza ai vaccini: domande e risposte sulla Omicron

La diffusione di questa variante corre veloce, ma fa meno paura

Dopo due anni il mondo non è ancora uscito dall'incub della pandemia e si appresta ad affrontare l'ennesima variante del virus SarsCov-2. Tra incertezze e paure molti Paesi hanno ricominciato ad adottare restrizioni e limitazioni che colpiscono soprattuto i vaccinati ma che coinvolgono anche i cosiddetti "immunizzati" (per esempio con l'obbligodi tampone per alcune situazioni). Dunque, ci si chiede legittimamente come vada vista la variante Omicron nel cocntesto dell'evolzione della pandemia.

Sintomi

Perdita di olfatto e gusto coinvolge meno della metà dei contagiati da Omicron, mentre sono assai più diffusi l'aumento della frequenza cardiaca e dolori articolari, soprattutto alla schiena. Nel complesso la sintomatologia della Omicron sarebbe più simile a quella di un forte raffreddore.

Gravità

Fin da quando è stata individuata in Sud Africa si ritiene che la Omicron non sia pericolosa quanto la Delta. Ciò significa che le conseguenze gravi che possano portare al ricovero in ospedale o, peggio, in terapia intensiva, sarebbero inferiori. Però, poiché si contagiano molte più persone il numero assoluto di ricoveri potrebbe aumentare, benché statisticamente inferiore rispetto al numero di contagiati da Delta.

Resistenza ai vaccini

Su questo aspetto sono in corso diversi studi. L'analisi clinica dei casi finora sembrerebbero confermare che il vaccino funzioni. Si raccomanda la terza dose, poiché in linea di massima si ritiene che sia proprio l'immunità, acquisita naturalmente o con vaccinazione, a rendere meno grave la sintomatologia della Omicron.

Tempi di incubazione

Secondo quanto osservato finora sembra che la variante Omicron abbia dei tempi di incubazione dimezzat rispetto alla Delta. Ciò significa 3 giorni anziché 5 o 6. Questo significa che i primi eventuali sintomi potrebbero comparire pochi giorni dopo essere stati contagiati. All'inizio della pandemia, si ricorderà, venivano indicati fino a 14 giorni di incubazione dagli enti sanitari. 

Contagiosità

Anche in virtù (ma non solo) del breve tempo di incubazione la variante Omicron tende a essere cinque volte più contagiosa della Delta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incubazione, gravità, resistenza ai vaccini: domande e risposte sulla Omicron

QuiComo è in caricamento