Slitta il nuovo Dpcm, ma l'uso delle mascherine sarà obbligatorio da subito

Troppi deputati assenti o in quarantena: impossibile votare

Il dpcm attualmente valido e in vigore scade domani, 7 ottobre 2020. La votazione per il nuovo decreto prevede prima il prolungamento dello stato di emergenza. Oggi, 6 ottobre, in parlamento è mancato il numero legale per votare le risoluzioni proposte e il prolungamento dell'emergenza sanitaria. Il cdm è stato quindi rinviato, sencodo l'Ansa a domani, alle ore 11. Quindi al momento le norme vigenti dovrebbero essere prolungate.

Come riportato chiaramente su Repubblica.it: "Viene però salvata - e introdotta fin da domani - l'estensione delle mascherine obbligatorie all'aperto (sia pure mitigata da alcune concessioni di buon senso). Sarà inserita nel decreto con cui l'esecutivo proroga lo stato d'emergenza fino a gennaio. Ma il decreto sarà pubblicato in Gazzetta ufficiale non prima di dopodomani. L'effetto è scavallare la scadenza del dpcm attualmente in vigore, oppure emanare un dpcm che potrebbe però valere solo fino al 15 ottobre, attuale scadenza dello stato d'emergenza. In questo modo invece l'esecutivo prorogherà fino a gennaio 2021 lo stato d'emergenza, e in forza di questo decreto potrà approvare un dpcm con una scadenza più lunga."

Così facendo però potranno essere valutate meglio le varie situazioni, come la curva del contagio, e si potranno mettere in atto interventi presi in accordo con le Regioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Valduce, la ragazza sul tetto dell'auto che cerca la mamma

Torna su
QuiComo è in caricamento