rotate-mobile
Coronavirus

Stretta anti covid: terza dose a 4 mesi, green pass valido 6 e vacanze scolastiche prolungate

I temi che si discutono in queste ore: Brunetta spinge per l'obbligo vaccinale di tutti i lavoratori e si pensa, in caso di peggioramento dei dati, a vacanze prolungate per le scuole

Domani giovedì 23 dicembre sarà approvato il nuovo decreto anti covid. L'intenzione è quella di poter mantenere le attività aperte per non infierire sull'economia ma aggiungendo alcune restrizioni. 

L'anticipazione della terza dose da 5 a 4 mesi dopo l'ultima inoculazione, la validità del green pass che dagli attuali 9 mesi passerebbe a 6 e la mascherina all'aperto sembrano aver trovato il consenso maggiore. Ma ci si aspetta altre norme per contenere la variante Omicron che preoccupa il governo data la velocità con cui circola e le terapie intensive e i ricoveri che aumentano. Queste le parole del premier Mario Draghi alla vigilia del nuovo decreto: La campagna di vaccinazione ci ha permesso di salvare vite e di riaprire l’economia, le scuole, i luoghi della nostra socialità. L’arrivo della stagione invernale e la diffusione della variante Omicron ci obbligano però alla massima cautela nella gestione dei prossimi mesi». Il primo caso di variante Omicron è stato rilevato anche nel Comasco. 

Ecco su cosa stanno prendendo decisioni in queste ore:

Green pass: validità

Il green pass che ora ha una validità di 9 mesi passerà a 7 se non 6 mesi. I nove mesi attuali non sembrano, secondo gli esperti, garantire una adeguata copertura. 

Teraza dose

Il booster potrà essere fatto già dopo 4 mesi anzichè 5. 

Coprifuoco

Si esclude per ora, come riportato anche su il Corriere della Sera, che venga messo il coprifuoco ma è aperta una discussione per imporlo a chi non è vaccinato. 

Tamponi anche per vaccinati per eventi, cinema e teatro

Si discute, ma sembra quasi certo, anche sull'obbligo tamponale anche per i vaccinati in possesso di regolare green pass per feste, eventi dove si potrebbero creare assembramenti. Molte città e regioni, in autonomia stanno cancellando feste di piazza e altre iniziative (anche a Como non ci saranno i fuochi d'artificio

Le vacanze scolastiche

La discussione e la polemica su questo delicato tema sono emerse dopo le dichiarazioni dell'infettivologo Massimo Galli che parlava di una necessità di procrastinare le vacanze scolastiche di Natale se le cose dovessero peggiorare. Questo anche in base all'aumento di contagi all'interno delle scuole e delle classi. Questa ondata, come riporta Repubblica.it, sembra interessare la fascia dei piu' giovani, specie degli studenti delle elementari. In merito a questo il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ha dichiarato che questa decisione però non sarà inclusa nel decreto di domani: ipenderà dal picco della variante Omicron e solo nel caso di una impennata simile a quella attualmente in corso in Gran Bretagna, potrebbero essere valutate misure ulteriori mentre adesso non siamo in questa condizione». Ma, riporta il Corriere, per il presidente dell’Associazione nazionale presidi Antonello Giannelli si tratta di «una misura senza alcuna utilità: la via maestra resta quella delle vaccinazioni». Il monitoraggio durante il periodo delle feste sarà fondamentale per questa decisione. 

Obbligo vaccinale

Renato Brunetta spinge per imporre l’obbligo vaccinale a tutti i lavoratori. Se fosse approvata questa misura scatterebbe a gennaio e per alcune specifiche categorie già per la fine di dicembre: chi lavora nei locali pubblici, nei ristoranti e bar e per la pubblica amministrazione chi è a contatto con la clientela. 

Un ragionamento è in corso sull'adozione dei dispositivi Ffp2 sui trasporti, negli uffici pubblici e nei luoghi di stretto contatto, quali cinema, musei, stadi e palazzetti dello sport, eventi al chiuso ad alto tasso di partecipazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stretta anti covid: terza dose a 4 mesi, green pass valido 6 e vacanze scolastiche prolungate

QuiComo è in caricamento