menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

ll covid peggio di una guerra: nel 2020 in Lombardia 135mila morti, +34% rispetto al 2019

Le stime sui decessi 2020, elaborate dal Centro Studi Nembo, mostrano gli effetti della pandemia: la nostra Lombardia è la maglia nera d'Italia

34% di morti in più. Lombardia, tristemente maglia nera, al primo posto tra tutte le Regioni italiane. Con una stima di oltre 135mila decessi nel 2020 contro i 101mila del 2019. I crudi effetti del covid sono ancora più duri messi a nudo dai numeri. I dati attesi sono del Centro Studi Nembo, che ha rielaborato le cifre ufficiali della Protezione civile. 

La Lombardia è la regione che più ha sofferto la pandemia, seguita da Valle d'Aosta, Piemonte e Trentino. In Italia è di 744mila il numero di morti stimato per il 2020, a fronte dei quasi 645mila dell’anno precedente, con un tasso standardizzato di mortalità pari a 9,5 per 100mila abitanti (contro l’8,4 del 2019). La supermortalità incide nel 2020 per circa il 17%: lo  scostamento rispetto al 2019 è infatti solo parzialmente giustificato dai 74mila decessi per Covid-19 dichiarati nel corso dell’anno. Tenuto conto che la mortalità attesa per il 2020 in assenza di epidemia è stata stimata (in base ai primi due mesi dell’anno) significativamente inferiore rispetto all’anno precedente, i casi oltre gli attesi sulla base dell’andamento 2015-2019 ed oltre quelli indicati dalla Protezione Civile sono almeno 50mila. 

Numero morti 1-2

Lo studio rappresenta una revisione aggiornata dell’approfondimento Nebo dell’ottobre scorso sulla base dei dati disponibili a quella data (pubblicato su www.programmazionesanitaria.it). A partire da quell’esperienza è stato quantificato il presumibile andamento del mese di dicembre sia a livello nazionale che regionale, tenuto conto dei nuovi dati Istat e dei flussi della Protezione Civile. L’ipotesi circa i casi totali per l’ultimo mese del 2020 è basata su una valutazione coerente con il mese di novembre nel complesso, mentre per la ricostruzione dell’andamento giornaliero dell’ultimo bimestre dell’anno è stato tenuto conto anche dei dati quotidiani del bimestre precedente.

L’analisi, prosegue lo studio, mostra come al dato nazionale contribuiscano realtà locali piuttosto eterogenee sia in relazione all’andamento nel corso dell’anno che al confronto con il 2019; in termini di tassi standardizzati di mortalità per 100mila abitanti:

  • il Nord-Ovest si conferma come l’area maggiormente colpita dalla supermortalità 2020 anche su base annua, con valori tra 9,5 e 11,0 a fronte dell’analogo indicatore 2019 compreso tra 8 e 9;
  • nel Nord-Est la variazione appare più contenuta, con aumenti nei tassi di 1-1,5 punti da un anno all’altro;
  • il Centro Italia, così come Abruzzo e Sardegna passano da tassi di mortalità al di sotto dell’8,5 a valori comunque non superiori a 9,5;
  • tra le regioni meridionali, la mortalità in Campania e Sicilia, la più alta per il 2019, subisce un ulteriore incremento, così come Molise e Puglia, mentre restano sostanzialmente invariati i tassi di Basilicata e Calabria.

Mortalità Lombardia-2

Il drammatico primo semestre 2020 in Lombardia

Nel corso dell’anno 2020 è interessante confrontare la mortalità dei primi sei mesi, che hanno visto nascere ed esaurirsi la prima ondata dell’epidemia di covid-19, e del periodo da luglio a dicembre, che ha visto l’avvio della seconda ondata dell’epidemia, tutt’ora in corso. Negli ultimi anni il primo semestre è stato caratterizzato da una lieve prevalenza di decessi (51-55% del totale) in pressoché tutte le regioni; l’impatto dell’epidemia di covid-19 distribuito eterogeneamente fra i mesi dell’anno a livello territoriale, ha determinato per il 2020 una maggiore variabilità di questa ripartizione. Per i due semestri si rileva che in termini di tasso standardizzato la mortalità del primo è di quasi il 9% superiore all’analogo dato del 2019 (nell’ordine, 4,8 e 4,4 per 100mila abitanti), variazione che sale al 19% per il secondo, che passa da 4,0 a 4,7 per 100mila abitanti. A livello regionale il tasso standardizzato per 100mila abitanti. In Lombardia si è ridimensionato di circa 1,5 punti, passando da 6,0 a 4,5, mentre in tutte le altre regioni si registrano variazioni comprese tra -0,5 e +0,5.

Mortalità Lombardia-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Edoardo Monno, l'uomo morto nell'incidente di Cernobbio

  • social

    I negozi di dischi e gli ultimi Mohicani

  • Coronavirus

    Covid a Como, i dati del 19 gennaio: 59 nuovi casi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento