Domenica, 24 Ottobre 2021
Coronavirus

Lombardia in zona gialla: tutto quello che si può fare

Spostamenti tra regioni, pass, coprifuoco e sport: tutto quello che si potrà fare di nuovo da lunedì 26 in Lombardia

È ufficiale: il ministro Speranza ha appena comunicato oggi, 23 aprile 2021, al Governatore Fontana che la Lombardia sarà in zona gialla a partire da lunedì 26 aprile.

Cosa cambia con il passaggio di Como e della Lombardia in zona gialla? A fare fede è il decreto legge firmato dal premier Draghi ieri, 22 aprile. Ecco, divise per argomento, le risposte alle domande più frequenti. 

Spostamenti e seconde case 

Il primo divieto a cadere è quello che impediva lo spostamento tra le regioni. Dal 26 aprile è infatti possibile valicare i confini delle regioni in zona gialla o bianca.

decreto draghi, spostamenti-2

Sarà anche consentito di uscire dalle regioni in arancione o rosso grazie alla "certificazione verde", che si otterrà con un tampone negativo delle 48 ore precedenti allo spostamento, con un certificato che dimostri di essere guariti dal covid o con il certificato di vaccinazione. 

decreto draghi, pass-2

Inoltre, ma questa misura sarà valida dal 1 maggio, in zona gialla e arancione è possibile andare a trovare amici o parenti in un'abitazione privata in 4 persone e non più in 2. 

Come riaprono bar e ristoranti

L'altra grande novità, in zona gialla, è la riapertura di bar e ristoranti. I locali, ma soltanto quelli con i tavoli all'aperto possono tornare ad accogliere i clienti sia a pranzo che a cena, anche se per il momento resta il coprifuoco alle 22. 

Sport

Sempre da lunedì 26 aprile, giorno in cui la Lombardia sarà gialla, è consentito "lo svolgimento all'aperto di qualsiasi attività sportiva, anche di contatto". Via libera quindi al calcetto tra amici o alle partite di basket nei playground. Dal 15 maggio riaprono le piscine all'aperto, dal 1 giugno le palestre. 

decreto draghi, sport-2

Musei e spettacoli

Altro giro, altra apertura. Da lunedì - si legge nel decreto - "è assicurata l'apertura al pubblico dei musei e degli altri luoghi della cultura", che saranno visitabili anche il sabato e nei giorni festivi "a condizione che l'ingresso sia stato prenotato on line o telefonicamente con almeno un giorno di anticipo".

decreto draghi,  musei-2

Nuova vita anche per gli spettacoli. Dal 26 aprile, sempre in zona gialla, possono riaprire cinema, teatri, sale concerto e live club. 

"I posti a sedere - sottolinea il decreto - sono preassegnati a una distanza di un metro l'uno dall'altro. La capienza massima consentita è pari al 50% di quella massima autorizzata e comunque non superiore a 500 spettatori al chiuso e 1000 all'aperto", che può essere aumentata - solo all'aperto - "in relazione all'andamento epidemiologico e alle caratteristiche dei siti". 

decreto draghi, spettacoli-2

Scuola e università in presenza

Torna in presenza anche l'istruzione. Dal 26 aprile e fino alla fine dell'anno scolastico si torna in classe anche nelle superiori. La presenza è garantita in zona rossa dal 50 al 75% e in zona gialla e arancione dal 70 al 100. 

Nelle zone gialle e arancioni dl 26 aprile al 31 luglio le lezioni delle università si svolgono "prioritariamente in presenza". 

decreto draghi,  scuola e universita-2


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lombardia in zona gialla: tutto quello che si può fare

QuiComo è in caricamento