Martedì, 21 Settembre 2021
Coronavirus

Como e la Lombardia corrono verso la zona gialla, l'arrivo è atteso per il 26 aprile

Si attende solo la conferma ufficiale del ministro Speranza

Zona gialla

La nostra regione sembra sempre più vicina alla zona gialla. Una convinzione, dopo due settimane di semaforo arancione, ribadita già da qualche giorno anche dal governatore Attilio Fontana. Dati alla mano, non ci dovrebbero essere nuovi ostacoli per tornare finalmente in fascia gialla già da lunedì 26 aprile. La certezza matematica arriverà con il consueto report del venerdi, dunque domani 23 aprile quando il ministro Speranza firmerà l'ordinanza. 

"I numeri stanno gradualmente migliorando - aveva detto il numero uno di Regione Lombardia ai microfoni di SkyTg24 - e credo proprio che ce la faremo. È sempre difficile ipotecare il futuro ma se la situazione odierna dovesse proseguire ci sono buone probabilità di ritornare gialli". Il che si traduce con le riaperture di bar e ristoranti, anche se le regole in zona gialla sono nuovamente con l'atteso decreto Draghi".

Ma il 26 aprile in zona gialla è solo la prima tappa di un lungo ma doveroso ritorno alla normalità. Il calendario fino a luglio è scadenziato con molta prudenza. In grande evidenza, oltre alle scuole che tornano in presenza anche per le superiori al 70%, c'è il tema del coprifuoco confermato alle 22. In teoria fino al 31 luglio ma si dici che a fine maggio potrebb e essere rivisto anche questo provvedimento che evidentemnte stride con le riaperture ma soprattutto con la bella stagione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como e la Lombardia corrono verso la zona gialla, l'arrivo è atteso per il 26 aprile

QuiComo è in caricamento