menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lombardia e Como zona rossa

Lombardia e Como zona rossa

Lombardia, un'altra settimana rossa: in arrivo il report Iss (che non cambierà colore?)

Non dovrebbero esserci sorprese per Como e la Lombardia: l'indice Rt è migliorato, ma pesa la pressione sugli ospedali

Il solito venerdì d'attesa, ma con poche, pochissime speranze per Como e la Lombardia.

Oggi, 26 marzo, l'istituto superiore di sanità pubblicherà il solito report, il numero 45, che guiderà poi il ministero della salute nella scelta dei colori per le varie regioni italiane. 

La Lombardia dallo scorso 15 marzo è in zona rossa - con divieti e restrizioni più ferree - e sperava che il report di oggi potesse regalarle paramenti da zona arancione, che sarebbe scattata poi da lunedì 29 marzo ma soltanto fino alle feste di Pasqua, quanto tutta Italia sarà di nuovo zona rossa. Quella speranza, che era stata fatta filtrare anche dal presidente della regione, Attilio Fontana, sarà però vana. Con ogni probabilità, infatti, Como e tutti i capoluoghi lombardi resteranno in zona rossa per un'altra settimana, con il passaggio nella fascia di rischio intermedia che potrebbe avvenire dopo Pasqua, con il nuovo Dpcm, sempre che i dati continuino a migliorare. 

La Lombardia, almeno questa volta, non paga l'indice Rt, che è finalmente in discesa e a livello regionale è sotto 1,25 - la soglia dopo cui scatta il rosso - e a Milano città è addirittura sotto l'1. La regione paga la pressione sugli ospedali, che da un mese è in crescita costante, con terapie intensive e reparti ordinari che sono sotto sforzo. Giovedì, per la prima volta dopo giorni, non si è registrato il segno + davanti ai nuovi ricoveri, ma comunque non basterà per la zona arancione. Al 25 marzo, stando agli ultimi dati forniti dal Pirellone, nelle terapie intensive ci sono 845 pazienti e nei reparti 7.132. 

E proprio a questo si è riferito lo scorso mercoledì, in commissione al Pirellone, il dg del Welfare, Guido Pavesi. “Siamo in zona rossa fino a Pasqua, in questo momento abbiamo una stabilità dell’Rt e non abbiamo elementi per poter dire che torniamo indietro” in zona arancione, ha chiarito il numero uno tecnico dell'assessorato guidato da Letizia Moratti. “In questo momento - ha ribadito - sono abbastanza sicuro nel dirlo". La zona arancione, insomma, sembra lontana. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Nuovo Decreto Draghi, prevale la linea dura fino al 31 luglio: le regole

Coronavirus

Arriva il passaporto vaccinale europeo, ecco come funziona

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento