Coronavirus

La Lombardia in zona rossa e la possibilità di diventare arancione

In teoria la data potrebbe essere quella del 27 novembre, settimana decisiva a Como

Como zona rossa (foto m/p)

Dopo due settimane di misure restrittive per le regioni rosse come la Lombardia potrebbero essere possibili, nella terza settimana, quella di monitoraggio e verifica, "allentamenti per alcune aree", ma questa cosa va ancora stabilita, secondo quanto ha riferito una fonte di governo all'agenzia di stampa Ansa ieri. Secondo le regole fissate dall'ultimo Dpcm che ha creato le zone gialle, arancioni e rosse, il meccanismo prevede che le Regioni possano chiedere la revisione della fascia dopo una settimana dall'entrata, in base al monitoraggio dell'Istituto Superiore di Sanità che di solito si svolge il venerdì (quando gli enti ricordano di mandare i numeri). Ma quei numeri si devono confermare per due settimane consecutive prima di poter uscire dalla zona assegnata dall'ordinanza. Quindi ci vogliono almeno tre settimane, una volta entrati in zona rossa o arancione, per cambiare colore. 

Secondo questa tempistica Lombardia  (che hanno subito restrizioni a partire dal 6 novembre) potrebbero uscire dalla zona rossa dal 27 novembre. Il Dpcm prevede però che si possa anche differenziare tra province e potrebbe essere questo l'obiettivo intermedio per alcune zone la cui situazione epidemiologica è migliore, che potrebbero diventare quondi zona arancione. A ieri la situazione a Como non era certo tra le migliori, anche se i dati sembrano più stabili che in aumento. Questa comunque potrebbe essere la settimana giusta per capire se la curva del contagio è in costante discesa frenando così il carico suglio ospedali lariani. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lombardia in zona rossa e la possibilità di diventare arancione

QuiComo è in caricamento