rotate-mobile
Coronavirus

Green pass verso la validità per soli 9 mesi

Più restrizioni per i non vaccinati? Non in zona gialla

Il tempo stringe, il Natale si avvicina e mentre per alcune Regioni già incombe l'incubo dei colori, iniziando da quello gialllo, il più soft, ieri alcuni governatori sembravano pronti a marciare su Roma per chiedere restrizioni solo per i non vaccinati. Tuttavia, mentre sulla questione sollevata da Toti e Fedrigra, con Fontana che si è di fatto allineato, il ministro Speranza per ora non sembra però intenzionato ad accogliere questa richiesta, di sicuro non in zona gialla. Intanto ci sono altre questione più urgenti da sistemare. A iniziare dalla validità del green pass, che potrebbe essere ridotta non senza comunque provocare nuove tempeste. 

Già questa settimana il ministro alla Salute Roberto Speranza dovrebbe infatti portare due provvedimenti al Consiglio dei ministri. Se saranno approvati inizierà una nuova fase, di regole più stringenti per il green pass. La prima norma è quella che prevede l’estensione anche alla terza dose dell’obbligo vaccinale del personale sanitario e delle Rsa. L’altro provvedimento, già da dicembre, taglierà la validità del green pass, anche quello rilasciato dopo la terza dose, da 12 a 9 mesi o addirittura a solo 6 mesi. Salvo poi capire come aggiornare la scadenza di chi ha in mano una certificazione verde con scritto che vale 12 mesi dalla data della seconda dose. 

Il ministro Mariastella Gelmini riceverà comunque domani le Regioni con la loro probabile richiesta di escludere, in caso di passaggio di fascia, i non vaccinati dagli obblighi già stabiliti per chi va in giallo, arancione o rosso. Ma per il momento, come detto, è un'istanza che difficilmente verrà attesa subito dal Governo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass verso la validità per soli 9 mesi

QuiComo è in caricamento