Domenica, 19 Settembre 2021
Coronavirus

Il green pass rallenta ma non si ferma

Rimandata a settimana prossima l'estensione ai lavoratori pubblici e privati

Il green pass non si ferma ma rallenta. E non è nemmeno detto che il motivo della frenata sia dovuto alle bizze di Salvini, che si barcamena da settimane tra la voglia di governo e i canti da destra della sirena Meloni. La corsa al green pass diventa più prudente probabilmente più per questioni logistiche, di applicazione insomma, che di tenuta politica.

Il rinvio del provvedimento - che sembrava atteso per oggi . se da un lato conferma i principi d'incendio nella maggioranza, dall'altro rivela invece la complessità dell'attuazione del green pass esteso ai dipendenti pubblici, delle aziende private e di tutte quelle categorie commerciali e sportive: bar, ristoranti, palestre e piscine, luoghi dove il certificato verde per l'ingresso è già imposto ai clienti.

Messo così da parte il traguardo, almeno fino alla settimana prossima, giusto il tempo di raffreddare il motore e ripartire, in tarda mattinata è previsto un Consiglio dei ministri senza previa consultazione con la cabia di regia dell'emergenza covid. Da qui potrebbe uscire il topolino di un primo allargamento del green pass solo agli operatori esterni delle Rsa e a quelli delle scuole, come gli addetti alle mense e alle pulizie. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il green pass rallenta ma non si ferma

QuiComo è in caricamento